Rapallo

“Rischiamo l’emergenza abitativa”

Inquilini morosi a rischio sfratto, proprietari in odore di pignoramento e attività alle prese coi bilanci

“Rischiamo l’emergenza abitativa”
Rapallo - Santa Margherita, 24 Giugno 2020 ore 12:57

Si profila lo scenario di una vera e propria emergenza abitativa. A lanciare l’allarme è Nadia Molinaris, agente immobiliare e presidente onorario del Circolo della Pulce, prodigatosi da inizio emergenza, insieme alla Parrocchia dei SS. Gervasio e Protasio, a portare cibo e dignità nel piatto di circa 500 persone e famiglie trovatesi improvvisamente in difficoltà economica.

Il caso

“Oggi un buon 60% di loro è tornato al lavoro, ma a chi non ha trovato impiego stiamo continuando a servirle e sono ancora troppi”.

Da un paio di settimane si sono però aggiunte nuove famiglie, con nuove richieste: un aiuto per pagare affitto e bollette. In alcuni casi si tratta di famiglie in ritardo di due mensilità e quindi a rischio sfratto.

“Avendo il polso di questi bisogni non ci vuole la sfera di cristallo per comprendere che senza provvedimenti urgenti a livello nazionale ci ritroveremo con tre fronti aperti e drammatici”.

Quali? Chi è in affitto e moroso, appena i Tribunali torneranno al lavoro potrebbe ricevere la notifica di sfratto; i proprietari, magari alle prese col mutuo, non riuscendo a pagare le spese condominiali potrebbero incorrere in pignoramenti avviati dai loro amministratori, costretti a procedere in tal senso da disposizioni che non sono state modificate in nome dell’emergenza; le piccole attività che arriveranno a fine anno senza riuscire a far quadrare i bilanci, abbasseranno le serrande.

“Questo non è il momento per perdere tempo, ma di di agire per non ritrovarci tra 6 mesi in queste condizioni – ammonisce – Come agenzia immobiliare, abbiamo inviato un’e-mail a tutti i proprietari di immobili locati, chiedendo di aderire alla nostra proposta di riduzione dei canoni di marzo, aprile e maggio del 30% per gli immobili ad uso turistico e del 50% per quelli affittati ad uso lavorativo. Tutti i nostri clienti hanno aderito e noi abbiamo provveduto a comunicare all’Ufficio delle Entrate il loro minor reddito affinché l’aiuto concesso non gravasse negativamente sulle loro imposte. Forte di ciò, visto che a Rapallo sono in molti i proprietari che hanno diversi immobili messi a reddito, chiedo al Sindaco di sensibilizzarli, magari con incentivi, a ridurre i canoni commerciali e soprattutto residenziali e chiedo a chi ci governa, non solo di stanziare cospicui fondi per un primo aiuto affitti, come un “pronto soccorso” immediato, al quale possano accedere , indipendentemente dall’ISEE 2019, tutti coloro che si trovano in difficoltà a causa della situazione attuale, ma di modificare subito (per il solo periodo emergenziale) quelle norme che innescherebbero una catena di conseguenze drammatiche”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità