San Sebastiano, tutti i numeri di un anno di polizia locale

In occasione del patrono, anche a Recco si è stilato un bilancio dell'attività dei vigili

San Sebastiano, tutti i numeri di un anno di polizia locale
Golfo Paradiso, 25 Gennaio 2018 ore 16:52

Questa mattina i vigili urbani di Recco hanno reso omaggio al loro patrono, San Sebastiano: la celebrazione di questa ricorrenza è iniziata alle 8:30 con la messa officiata da don Pasquale Revello e don Matteo Zoppi nella parrocchia di San Giovanni Battista.

La relazione sull'attività della polizia locale

Al termine della funzione religiosa Mirko Mussi, comandante del corpo di polizia locale recchelino, ha esposto presso la sala consiliare del palazzo comunale la relazione sull’attività effettuata nel 2017 dal gruppo da lui diretto. Ecco alcuni dati in merito: 14mila chilometri percorsi sul territorio usando veicoli di servizio e 8.760 ore di lavoro esterno, 4.701 verbali trattati (nello specifico 2.166 verbali redatti in strada, per un ammontare di 220mila euro, di cui 1.615 pagati entro cinque giorni con una riduzione del trenta per cento del costo originario della sanzione mentre in materia ambientale 183 per scorretto conferimento dei rifiuti e 43 sulla conduzione di animali), 102 incidenti stradali rilevati (di cui 40 con presenza di persone ferite), 387 veicoli rimossi, 3 comunicazioni di reato in materia edilizia.

«Negli ultimi anni il nostro organico si è ridotto - ha detto Mussi - e contemporaneamente abbiamo dovuto far fronte a condizioni di lavoro meno favorevoli, a maggiori responsabilità e a nuovi carichi di lavoro. Proprio per questo l’operato dei vigili urbani di Recco è lodevole. Sono orgoglioso dei miei uomini e delle mie donne, tanto che ognuno è divenuto un punto di riferimento addirittura per altri uffici o per altri comuni: penso alla videosorveglianza, alla gestione dei parcheggi, al management delle gare, alla gestione della rimozione dei veicoli fermati o sequestrati, ai controlli su strada, all’infortunistica stradale, ad Omnigis, allo sviluppo di software dedicati, come VigiPASS, che sono stati poi commercializzati a livello nazionale. Ringrazio l’amministrazione comunale per averci sostenuto nella nostra attività». Il sindaco Dario Capurro ha manifestato il suo plauso per l’attività svolta dai vigili, spesso non conosciuta, soprattutto in ambiti di confronto sociale difficili.

La cerimonia

Al termine della presentazione di questa relazione si è svolta la cerimonia di consegna dei nuovi tesserini regionali di riconoscimento, dei nastrini di anzianità di servizio e dei contrassegni di specialità. Ecco i nomi dei vigili ai quali sono stati conferiti questi riconoscimenti: Mirko Mussi (Anzianità di servizio e di lungo comando), Sergio Garbarino (25 anni di anzianità; specialità “Amministrazione e Servizi”), Marina Mazza (15 anni di anzianità; specialità “Amministrazione e Servizi”), Carla Nadia Capurro (15 anni di anzianità; specialità “Polizia Amministrativa”), Marta Valentina Traversi (15 anni di anzianità; specialità “Servizio Territoriale”), Paolo Berlingeri (15 anni di anzianità; specialità “Servizio Territoriale”), Angelo Iraci (15 anni di anzianità; specialità “Pronto Intervento”), Mauro Monteverde (15 anni di anzianità; specialità “Polizia Ambientale), Monica Rebizzo (15 anni di anzianità; specialità “Amministrazione e Servizi”), Mauro Denegri (specialità “Pronto Intervento”), Francesca D’Annunzio (specialità “Centrale Operativa”), Sara Villa (specialità “Centrale Operativa”).

Altre curiosità su questo evento sul numero de “Il Nuovo Levante” in edicola domani.