Sanità, Brignole è andato in pensione

Responsabile della struttura complessa di Cardiologia

Sanità, Brignole è andato in pensione
Chiavari - Lavagna, 20 Novembre 2019 ore 13:20

Michele Brignole, responsabile della struttura complessa di Cardiologia dell’ospedale di Lavagna, è andato in pensione.

Pensionamento

Parzialmente, perché il professore avrà un contratto di collaborazione a titolo gratuito, con compiti di ricerca e formazione. Brignole, comunque, manterrà la libera professione, con studio a Chiavari e potrà dedicarsi a fare ricerca clinica e didattica anche per l’Istituto Auxologico di Milano.

“Un ringraziamento speciale va al professor Brignole che con il suo lavoro e il suo impegno, ha reso il reparto di Cardiologia dell’ospedale di Lavagna un centro di eccellenza riconosciuto a livello nazionale e non solo” ha affermato il sindaco di Lavagna Gian Alberto Mangiante.

“Cari amministratori e consiglieri del Comune di Lavagna, il primario cardiologo e capodipartimento dell’Asl 4 Brignole che, con le sue ricerche e i suoi studi ha portato il nome di Lavagna nel mondo, purtroppo ha raggiunto la più che meritata pensione – ha affermato il presidente del Comitato Assistenza Malati Tigullio Giancarlo Mordini – difendete l’ospedale di Lavagna come ha sempre fatto e continuerà a fare il professor Brignole”.

Nato a Borzonasca, Brignole ha frequentato la scuola media e il liceo scientifico Guglielmo Marconi a Chiavari. Si laurea a Genova mentre la specializzazione l’ha conseguita a Pavia. Brignole entra all’ospedale di Lavagna nel 1980. La guida della struttura di cardiologia della Asl 4, ora, verrà di nuovo assegnata attraverso un concorso, che richiede una procedura lunga. Nel frattempo, con il titolo di facente funzioni, ma anche nella prospettiva di partecipare al concorso medesimo, subentra Enrico Puggioni, dal 2009 responsabile della struttura semplice di emodinamica. Rapallese, laureato a Genova, Puggioni è entrato nella struttura di Lavagna il 1° agosto del 2002, svolgendo qui tutta la sua carriera, al fianco proprio di Brignole.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: