Sanità, vicepresidente Viale: “Nel 2019 avvieremo procedure per concorso oss nel sistema sanitario ligure”

Parere favorevole alla proposta di costituire un registro

Sanità, vicepresidente Viale: “Nel 2019 avvieremo procedure per concorso oss nel sistema sanitario ligure”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 17 Dicembre 2018 ore 17:34

“Nel 2019, facendo tesoro dell’esperienza positiva del concorsone per gli infermieri, avvieremo le procedure per il concorso degli Operatori Socio Sanitari nel sistema sanitario regionale ligure”. Lo ha annunciato la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, intervenuta nel pomeriggio di oggi lunedì 17 dicembre, in consiglio regionale esprimendo parere favorevole alla proposta di costituire un registro degli Oss.

L’auspicio è che serva a tanti operatori liguri e anche a chi da fuori deciderà di venire a lavorare in Liguria

“Così come per gli infermieri abbiamo portato a termine il concorsone nelle cinque Asl con l’assunzione di quasi 500 infermieri e la formazione di una graduatoria aggiornata che consente il turnover a fronte del progressivo pensionamento del personale in servizio – ha proseguito la vicepresidente Viale – il prossimo anno avvieremo le procedure per il concorso rivolto al mondo degli Operatori Socio Sanitari, per i quali abbiamo graduatorie vecchie e in esaurimento. L’auspicio è che serva a tanti operatori liguri e anche a chi da fuori deciderà di venire a lavorare in Liguria”.

Registro per fare chiarezza

In merito all’istituzione del registro, l’assessore Viale ha aggiunto: “Questa richiesta nasce dall’esigenza di fare chiarezza rispetto a momenti vissuti di confusione rispetto al titolo di Oss o di scarsa conoscenza dei titoli corretti che abilitano all’esercizio di questa professione. Ritengo sia quindi un utile ausilio il fatto di avere un registro che possa aiutare ad orientarsi rispetto a chi è effettivamente Oss, a tutela di questa importante professione e dei pazienti. Questo registro – ha concluso – costituirebbe una specificità ligure perché saremmo tra le poche regioni ad aver offerto questa opportunità: si tratta di una figura di sempre maggiore rilievo nel nostro sistema sanitario”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli