Menu
Cerca
Misure regionali

Scajola annuncia un contributo ai comuni per le spiagge libere

"Obiettivo è garantire spiagge libere gratuite e aperte alla cittadinanza e ai turisti”

Scajola annuncia un contributo ai comuni per le spiagge libere
Cronaca Chiavari - Lavagna, 28 Maggio 2020 ore 15:31

“Nei prossimi giorni delibereremo lo stanziamento di un contributo economico per aiutare i Comuni ad affrontare le spese legate alla gestione delle spiagge libere in vista della stagione estiva che si sta per aprire. La sicurezza dei litorali è una delle nostre priorità, come deve essere in una regione a vocazione turistica come la Liguria. Questa mattina ho chiesto il sostegno anche dei prefetti della nostra regione su questo fronte, ricevendo conferme e rassicurazioni: le forze dell’ordine saranno come sempre al fianco dei comuni nei controlli. Ho anche ribadito come il Governo, nonostante le nostre ripetute sollecitazioni, non abbia ancora dato la minima risposta alle richiesta di stanziamenti straordinari nazionali per i Comuni”. L’assessore al Demanio Marco Scajola ha incontrato questa mattina i prefetti della Liguria, il sindaco di Genova e presidente Anci Liguria Marco Bucci e la Capitaneria di porto proprio per affrontare il tema della sicurezza delle spiagge libere.

“Lavorare tutti insieme”

“Il nostro obiettivo –  prosegue l’assessore – è garantire spiagge libere gratuite e aperte alla cittadinanza e ai turisti. La Liguria vuole essere accogliente, aperta e pronta a ricevere i i visitatori, ma allo stesso tempo organizzata a tutti i livelli per affrontare al meglio eventuali problematiche che potrebbero presentarsi e garantire la sicurezza, la salute e il distanziamento sociale. Infine – conclude – ho ribadito, in un momento storico complesso come questo, la necessità di lavorare tutti insieme, ognuno per le proprie competenze. Il ruolo delle forze dell’ordine è certamente indispensabile per garantire la sicurezza e gestire al meglio un’estate che sarà di certo atipica: noi vogliamo lavorare per renderla il più normale possibile, sia per i fruitori delle nostre spiagge libere che per tutte le attività economiche che hanno necessità di lavorare”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli