Sestri al lavoro per l’anagrafe nazionale dei residenti

Test da attivare entro il 28 febbraio

Sestri al lavoro per l’anagrafe nazionale dei residenti
Sestri - Val Petronio, 03 Gennaio 2018 ore 16:50

La Giunta Comunale di Sestri Levante, considerato che entro il prossimo 28 febbraio  il Comune dovrà attivare il test di pre-subentro nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr), ha stanziato le somme necessarie a implementare  lo specifico software di gestione attualmente in uso all’Ufficio Anagrafe.

Sestri al lavoro per l’anagrafe nazionale dei residenti

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr) sostituirà le anagrafi dei 7.978 Comuni italiani, diventando un riferimento unico per la Pubblica Amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. Con l’Anpr si realizzerà quindi un’unica banca dati con le informazioni anagrafiche della popolazione residente a cui faranno riferimento non solo i Comuni, ma l’intera Pubblica Amministrazione e tutti coloro che saranno interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi.

Inoltre, allineando i dati toponomastici, permetterà di concretizzare l’Anagrafe nazionale dei numeri civici e delle strade urbane, strumento necessario a completare la riforma del Catasto.

Con le modifiche apportate all’art. 62 del “Codice delle Amministrazioni Digitali” si prevede che Anpr contenga, oltre ai dati anagrafici, l’archivio nazionale informatizzato dei registri di Stato Civile e i dati delle liste di leva. Inoltre Anpr assicurerà ai Comuni un sistema di controllo, gestione e interscambio, puntuale e massivo, di dati, servizi e transazioni necessario ai sistemi locali per lo svolgimento delle funzioni istituzionali di competenza comunale.

L’entrata in vigore dell’Anpr comporterà alcuni cambiamenti nei rapporti con i cittadini.

Infatti il cittadino potrà richiedere in ogni momento la stampa dei propri certificati anche in altri Comuni e potrà verificare i propri dati online se munito di CNS: tra non molto sarà anche possibile stampare direttamente i certificati. Al momento del cambio di residenza non sarà più necessario registrare la targa dei veicoli e il numero della patente dei soggetti interessati: la Motorizzazione riceverà direttamente la notifica del cambiamento e invierà alla nuova abitazione i contrassegni da apporre sulla carta di circolazione di ciascun veicolo. L’Anpr inoltre sostituirà integralmente l’Aire, l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, e anche i sistemi Inps riceveranno  direttamente i dati da Anpr; l’allineamento con l’Anagrafe Tributaria e l’emissione dei codici fiscali avverrà in automatico, secondo le operazioni anagrafiche effettuate.

Il vantaggio del nuovo sistema

Afferma il Vice Sindaco Pietro Gianelli, con delega anche ai Servizi demografici: “Il vantaggio di avere tutti questi dati su un unico sistema nazionale – e non soltanto nella banca dati del singolo Comune – è proprio quello di creare una rete di comunicazione unica, un intreccio di strade che ci condurrà tutti verso un unico immenso Comune, grande come tutta l’Italia. Un sistema che ci porterà a usare le stesse logiche di descrizione dei dati, di archiviazione delle notizie e di certificazione.”

Così il Sindaco Ghio: “Le innovazioni digitali nei servizi comunali, che rappresentano uno dei punti di maggiore contatto tra Istituzioni e cittadini, rivestono un ruolo strategico nel processo di innovazione e apertura dell’Amministrazione ragione per cui è importante mantenere i vari uffici aggiornati con gli strumenti necessari, così da assicurare ai cittadini un servizio efficace ed efficiente.”