Sestri, Conti torna all’attacco sul degrado in viale Roma

«Giunta Ghio silente e immobile su di una situazione vergognosa, pochi giorni fa l’ennesimo distacco di intonaco»

Sestri, Conti torna all’attacco sul degrado in viale Roma
Sestri - Val Petronio, 26 Gennaio 2020 ore 10:19

Torna a puntare il dito sul degrado strutturale – della pavimentazione in primis, ma non solo – di viale Roma il consigliere comunale di minoranza di Liguria Popolare Marco Conti.

Sestri, Conti torna all’attacco sul degrado in viale Roma

«Viale Roma dovrebbe essere fiore all’occhiello, biglietto da visita per l’accoglienza», spiega Conti sottolineando come la via sia quella d’accesso alla città per chi arriva in treno. Ma così non è, aggiunge, defindendolo «un paesaggio dismesso e degradato».

«Mercoledì mattina ho svolto un nuovo sopralluogo a seguito dell’ennesimo distacco di una porzione di intonaco dal soffitto – dichiara ancora il consigliere – per fortuna non è successo niente a persone e cose ma ho provato imbarazzo e vergogna nel vedere una situazione così scandalosa che giorno dopo giorno peggiora sempre di più, con un Comune che si trincera dietro il ricorso in Cassazione per prendere tempo e magari lasciare la patata bollente alla prossima amministrazione. Qui c’è un’emergenza manutentiva che può mettere a repentaglio l’incolumità pubblica».

Conti prosegue lamentando di attendere ormai da inizio dicembre di poter discutere in Consiglio comunale una sua interrogazione sul tema, ed in particolare proprio riguardo la sentenza e il ricorso in Cassazione del Comune, che verte, in sostanza, sullo stabilire a chi competa l’onere – al pubblico o ai privati – della manutenzione del piano di calpestio sul tratto reso disponibile al pubblico utilizzo.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: