Cronaca
Dissesto idrogeologico

Sestri, ok al progetto per lo sbocco a mare del canale della Chiusa

Servirà a mitigare gli allagamenti del centro storico in caso di piogge particolarmente intense

Sestri, ok al progetto per lo sbocco a mare del canale della Chiusa
Cronaca Sestri - Val Petronio, 05 Marzo 2020 ore 13:32

Durante la seduta di ieri la Giunta Comunale di Sestri Levante ha approvato il progetto definitivo per il miglioramento dello sbocco a mare del canale della Chiusa, utile a mitigare gli allagamenti del centro storico in caso di piogge particolarmente intense.

Sestri, ok al progetto per lo sbocco a mare del canale della Chiusa

Il progetto prevede la realizzazione di un canale di scarico ausiliario lungo la spiaggia, perpendicolare alla linea di costa, per il convogliamento diretto verso mare delle acque in arrivo da monte. L’intervento è stato condiviso preliminarmente con i competenti uffici regionali e prevede l’ampliamento del pozzetto di confluenza della Chiusa, che si trova sulla spiaggia della Baia delle Favole. Questa espansione verrà realizzata in cemento armato e dotato di una decantazione della profondità di 70 cm, da cui partirà un nuovo canale realizzato con tubi in cemento armato della sezione di 250x125 cm. Il canale interrato avrà uno sviluppo di 50 metri e una pendenza dell’1% e, trattandosi di acque bianche, sfocerà direttamente in mare, a 30 mt. di distanza dalla linea di battigia, in una zona generalmente non interessata dal moto ondoso neppure in caso di mareggiate. Il funzionamento del canale verrà regolato da una chiusa mobile, che consentirà, durante la stagione estiva, di chiuderne lo sbocco per non interferire con le attività balneari.

I lavori verranno svolti sul tratto di arenile in concessione alla Lega Navale: per questa ragione per la durata degli stessi le imbarcazioni presenti saranno trasferite nel tratto di spiaggia antistante il campetto da beach volley. Il progetto, comporta un investimento complessivo di 100 mila euro ed è finanziato con contributo regionale; i lavori verranno avviati nell’arco di pochi giorni e avranno una durata di circa 1 mese, così da essere conclusi prima del periodo pasquale.

Questo progetto rientra nel quadro di interventi di più ampio respiro che l’Amministrazione Comunale mette in campo in maniera strutturale per mitigare il rischio idrogeologico, come il piano annuale di difesa del suolo finalizzato a prevenire eventi di dissesto e di esondazione. Questo comprende opere che vanno dai lavori di manutenzione idraulico-forestale in alveo dei principali rii del territorio comunale alle opere di sistemazione idraulico-forestale e di messa in sicurezza idraulica dei torrenti Gromolo e Petronio.