Cronaca
Spaccio

Sestri, spaccio tra via Nazionale e via Baden Powell

Due arresti per il reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti

Sestri, spaccio tra via Nazionale e via Baden Powell
Cronaca Sestri - Val Petronio, 01 Aprile 2020 ore 13:18

Nonostante l'emergenza Coronavirus non si ferma l'attività dei carabinieri contro lo spaccio di droga al dettaglio che non conosce tregua.

Spaccio

Nell'ambito dell'attività di controllo del territorio nel comune di Sestri Levante, ieri pomeriggio i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, si sono imbattuti in un’attività di spaccio, realizzata alla piena luce del giorno, tra le strade deserte della città, tra via Nazionale e via Baden Powell.

Due uomini, uno a piedi e uno in bicicletta si sono incrociati per qualche istante scambiandosi qualcosa di mano in mano con fare furtivo e circospetto. Il passaggio, non è sfuggito all’occhio dei militari di pattuglia che immediatamente si sono avvicinati al pedone sottoponendolo a controllo. Messo alle strette, l’uomo, un 43enne italiano del posto, ha consegnato un involucro termosaldato contenente 50 grammi di eroina, ammettendo di averlo appena acquistato. Senza indugio i militari si sono diretti sul ciclista, un tunisino 37enne, anch’egli residente a Sestri Levante. Il nordafricano, quando ha capito di essere braccato, ha cercato di darsi alla fuga, ma gli uomini dell’Arma lo hanno rincorso e lo hanno ammanettato. In tasca gli hanno trovato 5oo euro in contanti, provento della vendita di droga appena ceduta. È scattata la perquisizione domiciliare a casa di entrambi. Nell’abitazione del tunisino i carabinieri hanno rinvenuto altri 5 involucri termosaldati contenenti eroina per un peso complessivo di altri 150 grammi. A casa dell’italiano invece è stato rinvenuto un flacone di metadone del peso di circa 50 grammi lordi, oltreché un bilancino elettronico di precisione comunemente usato per la pesatura della sostanza.

I due sono stati portati in caserma e dichiarati in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti. Il solo tunisino è stato denunciato anche per lo spaccio di droga e per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Al termine delle formalità sono stati condotti a Genova presso la Casa Circondariale di Marassi, a disposizione del Pubblico Ministero che nei prossimi giorni ne chiederà la presentazione davanti al Giudice per le Indagini Preliminari per l’udienza di convalida dell’arresto. I due sono stati anche sanzionati in via amministrativa ai sensi dell’art.4 D.L. 19/2020 per essere usciti dall’abitazione senza giustificato motivo e in violazione delle norme di legge che limitano gli spostamenti. La contravvenzione ammonta a 400 euro a persona.