Gli interventi

Sestri, un piano straordinario per la manutenzione delle acque bianche

Ghio: "Gli eventi sempre più intensi degli ultimi anni, come la bomba d’acqua di questa notte, hanno messo a nudo una fragilità del nostro territorio"

Sestri, un piano straordinario per la manutenzione delle acque bianche
Sestri - Val Petronio, 02 Ottobre 2020 ore 13:01

Vedrà l’avvio la prossima settimana il piano straordinario di manutenzione delle acque bianche che prevede diversi interventi strutturali lungo la rete di raccolta delle acque piovane finalizzate a migliorare il loro deflusso in caso di piogge abbondanti.

Lavori

Gli interventi erano programmati per l’inizio della primavera 2020: il lockdown ne ha impedito l’avvio nei tempi previsti e, al termine di questo, non è stato possibile iniziare i lavori poiché incompatibili con la stagione estiva.

Due grandi interventi cominceranno nei prossimi giorni. Il primo riguarda il nuovo scolmatore alla foce della Chiusa a tutela del centro storico. I lavori prevedono la realizzazione di un canale di scarico ausiliario lungo la spiaggia, perpendicolare alla linea di costa, per il convogliamento diretto verso mare delle acque in arrivo da monte. Il secondo intervento coinvolge invece viale Mazzini, attraverso la realizzazione di una rete di raccolta di acque meteoriche stradali lato monte lungo un tratto della via. L’investimento complessivo per i due interventi è pari a 140 mila euro (100 mila per il canale della Chiusa e 40 mila per viale Mazzini).

Tre ulteriori importanti interventi sono di prossimo avvio. Si tratta della manutenzione straordinaria del rio Ravino, nel tratto compreso tra la foce e corso Colombo, del potenziamento della rete di raccolta delle acque meteoriche stradali di via Mons. Vattuone tra piazza della chiesa e l’incrocio con via Fasce e la realizzazione di un primo tratto di raccolta di acque stradali nella zona della Pestella. Questi interventi comporteranno un investimento complessivo pari a 280 mila euro (140 mila per il rio Ravino, 100 mila per via Mons. Vattuone e 40 mila per la Pestella).

A questi si aggiungono gli interventi, già effettuati, di pulizia degli alvei dei torrenti, dei canali principali e delle tombinature stradali, un intervento ormai strutturale all’interno del Bilancio comunale per il quale l’Amministrazione ha stanziato 100 mila euro.

L’insieme complessivo degli interventi ammonta a 520 mila euro, interamente finanziati dal Comune di Sestri Levante.

A completamento delle azioni orientate alla mitigazione del rischio idrogeologico è in fase di redazione un “Registro delle canale di raccolta acque meteoriche” abbinato a un “Calendario degli interventi di pulizia e manutenzione ordinaria” per avere un “diario” che consenta di avere traccia puntuale di criticità, interventi ordinari e straordinari.

Nel complesso si tratta di un tassello importante del un piano straordinario sulla regimazione delle acque che nei prossimi mesi sarà implementato con azioni su altre zone di criticità del territorio comunale sia nella fascia urbana (la zona a monte della ferrovia di via Antica Romana e la zona di via Pontino e rio Battana, per citarne due fra tutte), che nelle frazioni. L’insieme degli stanziamenti di risorse proprie del Comune previsto nel programma delle Opere Pubbliche per il periodo 2021-2022-2023 nell’ambito della mitigazione del rischio e della regimazione delle acque ammonta circa a 2 milioni di euro, pari a poco meno della metà della capacità di investimento con risorse proprie del Comune in Opere Pubbliche.

“Gli eventi sempre più intensi degli ultimi anni, come la bomba d’acqua di questa notte, hanno messo a nudo una fragilità del nostro territorio che, oltre agli interventi realizzati dal Comune di Sestri Levante,  richiede di implementare in modo significativo gli interventi e le risorse dedicate a mitigare il rischio che ne deriva – dichiarano la Sindaca Ghio e l’Assessore ai Lavori Pubblici Valentino – Abbiamo quindi avviato la predisposizione di progettazioni e studi di fattibilità per interventi da sottoporre agli Enti superiori ogni qualvolta si presenti l’occasione di reperire finanziamenti”.

Oltre agli interventi che verranno portati a compimento nei prossimi mesi infatti, il Comune di Sestri Levante ha avviato un riflessione più complessa e con una visione temporale più ampia, per la redazione di studi e progetti per i interventi di messa in sicurezza con tempi legati al reperimento dei finanziamenti necessari.

Attualmente il settore Lavori Pubblici del Comune di Sestri Levante sta redigendo tre studi di fattibilità per ulteriori interventi oltre a quelli che partiranno nelle prossime settimane e che interessano il canale della Chiusa e il Ravino, il torrente Gromolo e il canale di Villa Staffora, per un costo complessivo di 9 milioni di euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità