Chiavari

“Siamo amareggiati per i danni al bar ma ripartiamo più grintosi che mai”

Dopo l’atto vandalico al mike’s, parla il titolare Nando Perego

“Siamo amareggiati per i danni al bar ma ripartiamo più grintosi che mai”
Chiavari - Lavagna, 30 Agosto 2020 ore 08:47

“Non è stata una ragazzata, siamo amareggiati ma ci sentiamo grintosi perché abbiamo voluto ricominciare subito a lavorare”.

Il titolare del Mike’s bar di corso Colombo Nando Perego commenta con queste parole, l’atto vandalico che ha subito nelle prime ore della notte di Ferragosto.

Un principio d’incendio poco dopo le 2.30

Dall’esterno del locale si sono sviluppate in pochissimo tempo le fiamme, appiccate da ignoti almeno un’ora dopo la chiusura del locale. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Chiavari che hanno fatto evacuare temporaneamente due giovani da un vicino alloggio nel timore potessero essere soffocati dal fumo e la polizia di Stato che dovrà stabilire se il rogo si è sviluppato per un corto circuito o per un atto doloso o colposo.

Denuncia contro ignoti

“Non abbiamo idea di chi possa essere stato e la motivazione del gesto – dice Perego -. Non abbiamo ancora quantificato il danno, ma ci sono da sostituire gli infissi in legno, rivenciare i muri esterni e ripristinare la serranda. Ovviamente abbiamo denunciato il fatto alle forze dell’ordine”.

Il locale ha chiuso al pubblico nella giornata di domenica, ma tutto lo staff si è messo al lavoro per poter riaprire già da lunedì 17 agosto:

“Non abbiamo debiti, siamo in buoni rapporti con tutti nella zona e non capiamo il perchè di questo atto. Questa non è stata una ragazzata o una bravata… Siamo amareggiati ma siamo ripartiti con grinta e gran voglia di lavorare. Non ci facciamo intimidire”.

A dare l’allarme due giovani passanti

A chiamare i vigili del fuoco attorno alle 2.43, due giovani del posto che hanno visto le fiamme:

“Alla vista del fumo che fuoriusciva dalla porta di ingresso del locale, due ragazzi del luogo si sono fermati e oltre ad avvertire i pompieri hanno tentato di spegnere l’incendio con un piccolo estintore che avevano in macchina – conclude Perego -. Li ringraziamo tantissimo, perché senza il loro intervento il danno si sarebbe potuto rivelare decisamente più grave di quello che è stato”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità