Menu
Cerca

Soccorsa in mare, muore dopo due settimane. Il marito denuncia i soccorritori

Non è ancora noto se il fascicolo sia per omicidio colpo o per morte in seguito ad altro reato, cioè il ritardo dei soccorsi

Soccorsa in mare, muore dopo due settimane. Il marito denuncia i soccorritori
Cronaca Sestri - Val Petronio, 26 Luglio 2018 ore 08:00

Una bagnante di 68 anni che abitava a Milano ed era in vacanza a Moneglia viene soccorsa in mare lo scorso 4 luglio, trasferita in codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale di Lavagna dove dopo due settimane muore nel reparto di rianimazione. Per questo il marito ha presentato una denuncia alla Procura nei confronti dei soccorritori. A rendere nota la vicenda l'edizione odierna de Il Secolo XIX.

Non è ancora noto se il fascicolo sia per omicidio colpo o per morte in seguito ad altro reato, cioè il ritardo dei soccorsi

Nei giorni scorsi il sostituto procuratore di Genova ha avviato un’indagine disponendo il sequestro della cartella clinica della donna deceduta e incaricando il medico legale ad effettuare l’autopsia sul corpo della 68enne. Non è ancora noto se il fascicolo aperto dal magistrato sia per omicidio colpo o per morte in seguito ad altro reato, cioè il ritardo dei soccorsi.