Sori

Sori sogna un sistema di videosorveglianza

Il progetto in house, redatto dal comando della polizia municipale, in collaborazione con l’Università di Genova

Sori sogna un sistema di videosorveglianza
Cronaca Golfo Paradiso, 25 Dicembre 2020 ore 15:30

Primo progetto di videosorveglianza sul territorio, si attende il finanziamento. Il progetto in house, redatto dal comando della polizia municipale, in collaborazione con l’Università di Genova, già approvato dalla Prefettura è finalizzato al finanziamento relativo al ‘Patto per la sicurezza urbana’.

Sori

E’ stato inviato al Ministero per il contributo, che si aggira attorno ai 140 mila euro. Si pensa all’installazione di 30 telecamere sparse sul territorio tra il centro e le 8 frazioni, almeno 2 per frazione. «Anche grazie ad un accordo – spiega il comandante della polizia municipale Mirko Mussi– tra la pubblica amministrazione e i sacerdoti delle parrocchie che mettono a disposizione i campanili». L’obiettivo è incrementare la sicurezza e il controllo.

“Non in senso punitivo – precisa il sindaco Mario Reffo -, bensì propositivo, per rendere Sori sempre più sicura, bella e accogliente. Inoltre altre telecamere saranno posizionate sulla spiaggia e ben 4 monitoreranno gli accessi in città”.

Sono quelle più particolari, in grado di registrare le targhe dei veicoli in entrata in uscita. La centrale operativa sarà conforme a quanto dettato dal garante sulla privacy: le immagini vengono conservate 7 giorni (tranne in caso di effettiva violazione della legge).

“Non solo: una foto trappola mobile – continua il sindaco – fortemente voluta dall’amministrazione, contrasterà i possibili fenomeni d’abbandono dei rifiuti, grazie all’impianto innovativo e moderno”.

Un software riuscirà anche ad individuare i veicoli ricercati o rubati, col supporto dei carabinieri di Pieve Ligure.

“Siamo particolarmente fiduciosi sul finanziamento – chiude Reffo – anche considerando che il criterio di priorità nella richiesta è l’assenza di tale impianto a Sori”.

Sul fronte della raccolta differenziata, inoltre, sono appena stati nominati altri 2 ‘Ispettori Ambientali’ con facoltà di redigere verbali, per monitorare e prevenire il fenomeno, insieme alla municipale e l’ufficio tecnico, che invierà loro segnalazioni. (In foto col sindaco Reffo e un agente, i colleghi nominati a luglio).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità