Chiavari

Stagione balneare: calo del 40%

Felletti (Presidente Associazione Concessionari balneari): "Tutto sommato questa estate del Covid è andata bene"

Stagione balneare: calo del 40%
Chiavari - Lavagna, 27 Settembre 2020 ore 09:01

A inizio giugno, alle porte dell’Estate, le aspettative per la stagione balneare 2020 apparivano a dir poco nefaste, economicamente parlando.

Il bilancio

Le poche informazioni iniziali prima, e le norme di distanziamento da adottare per l’emergenza sanitaria poi, facevamo immaginare uno scenario pessimo. Oggi, tre mesi dopo, molti stabilimenti balneari del Tigullio hanno ridotto fino al 50% di lettini e ombrelloni. Ed in un settore dove il meteo è sempre complice nel bilancio finale, l’Estate 2020 è andata decisamente meglio delle attese, nonostante un calo medio attorno al 40%.

“La stagione del Covid è andata tutto sommato bene – Gino Felletti, presidente dell’Associazione Concessionari Balneari del Tigullio, “La Primula”, e titolare degli storici Bagni Ciccio di corso Valparaiso -. Abbiamo lavorato mediamente tra il 33 e il 50% in meno. Il bel tempo e le giornate di sole ci hanno dato una grossa mano”.

Eppure a inizio stagione la preoccupazione era massima nel settore:

“Sembrava una stagione partita già male con aspettative disastrose e senza sapere se si riusciva o no ad aprire. Poi anche il tempo incerto delle prime settimane. Oggi, direi che dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno”.

Gli associati chiavaresi, poi, hanno dovuto lavorare con metà delle proprie strutture, e con personale in meno:

“Questo purtroppo è potuto succedere per le normative vigenti. Personalmente non ho potuto assumere i due bagnini che solitamente venivano in servizio gli scorsi anni, li ho sostituiti io. E poi con i bagnini comunali è stata colmata questa lacuna. Il rischio assembramenti in spiaggia c’è sempre stato, ma non si sono mai verificati problemi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità