Stasera in consiglio a Sestri il piano dei dehor

Presentato al consiglio comunale di Sestri Levante il piano dei dehor, per la tutela e la valorizzazione degli spazi pubblici e del centro storico

Stasera in consiglio a Sestri il piano dei dehor
Sestri - Val Petronio, 08 Febbraio 2018 ore 15:25

Alcune pratiche inerenti l’ambito urbanistico e incentrate sulla tutela e la valorizzazione degli spazi pubblici, a favore delle attività commerciali e di tutta la cittadinanza, verranno presentate al Consiglio Comunale di Sestri Levante di questa sera, giovedì 8 febbraio 2018.

Il Piano dei Dehor

Durante la seduta verrà presentato il Piano dei Dehor, vale a dire la disciplina riguardante le occupazioni di suolo pubblico in esterno ai pubblici esercizi a cui è stata data veste di regolamento così da essere inserita nel Regolamento Edilizio Comunale e renderla immediatamente operativa, un percorso orientato al miglioramento estetico del centro storico ma anche per dare regole e percorsi certi per riordinare i dehor cittadini. Questo strumento di tutela estetica del centro storico, in caso di approvazione, completerà il percorso iniziato con il Patto d’Area, firmato nell’aprile del 2015, e integrato in tempi recenti attraverso un confronto con le associazioni di categoria volto a limitare i settori merceologici inseriti nel contesto del centro storico.

All’interno del Piano, particolare cura è stata quindi riservata alla zona del centro storico di Sestri Levante con l’obiettivo di salvaguardarne le varie peculiarità sotto il profilo storico, artistico e di percezione visiva dell’insediamento di antica formazione. Per questa ragione in via XXV Aprile, piazza Matteotti, via Penisola di Levante e via Portobello non sarà consentita l’installazione di nuovi dehors, fatte salve le strutture che già sono presenti. Il nuovo Piano ha dato indicazioni sui colori, tipologie di strutture e caratteristiche dello spazio pubblico da occupare, in analogia con regolamenti portati avanti da altre città di pregio.

Il Consiglio Comunale vaglierà poi la proposta di aggiornamento al PUC vigente che consente di realizzare un parcheggio pubblico in un lotto di terreno privato. Nel caso specifico che tratterà il Consiglio Comunale il privato non solo cederà l’area interessata ma realizzerà anche l’opera pubblica, e cioè un parcheggio di 12 posti auto e 11 posti moto in un’area particolarmente bisognosa di parcheggi pubblici, quale il tratto finale di via lazio, prima del bivio per la chiesa di Santo Stefano del Ponte, in cambio della possibilità di realizzare un modesto ampliamento di un edificio residenziale che sorgerà, sempre nella stessa via, al posto di un rudere che ha già ottenuto i permessi per essere ristrutturato.
La convenzione tra il Comune e il privato è stata formulata in modo molto stringente in merito agli obblighi a carico del privato che si impegna a realizzare il parcheggio e a cederlo al Comune indipendentemente dall’esito della procedura urbanistica relativa all’edificio: il privato avrà 10 giorni di tempo dall’approvazione in Consiglio Comunale per presentare il progetto relativo al parcheggio pubblico.

Infine il Consiglio Comunale discuterà la proposta per l’edificazione di un manufatto destinato a ospitare la sede di una attività produttiva attraverso il ricorso alla L.R. 10/2012 e ss.mm.ii. Il provvedimento prevede la trasformazione della zona di via Fascie, limitatamente all’area sede dell’insediamento, da residenziale ad artigianale riqualificando l’intero lotto con la demolizione dei manufatti attualmente presenti e già utilizzati nell’ambito dell’attività di marmista, e di ampliare le opportunità di lavoro, consentendo un incremento stabile del numero di dipendenti di tre unità. L’applicazione della normativa di piano in caso di insediamenti produttivi prevede la corresponsione di uno standard che nel caso in argomento, vista la limitatezza degli spazi a disposizione che sono necessari all’esercizio dell’attività, sarà monetizzato: il corrispettivo sarà destinato principalmente alla riqualificazione di marciapiedi pubblici.