Camogli

Task force di esperti per confermare la data del naufragio della leggendaria “Santo Spirito”

Dodici immersioni al giorno in coppia per raccogliere i reperti del relitto affondato nel 1579

Task force di esperti per confermare la data del naufragio della leggendaria “Santo Spirito”
Golfo Paradiso, 04 Settembre 2020 ore 13:03

Confermare la datazione del relitto alla leggendaria ‘Santo Spirito’ naufragata nel 1579. Questo l’obiettivo della task force di esperti, coordinata dalla Soprintendenza, per verificare eventuali corrispondenze con la nave ragusea Santo Spirito e Santa Maria di Loreto, naufragata nei fondali di Porto Pidocchio (Zona C dell’Amp), a una cinquantina di metri di profondità e mai ritrovata. Dopo l’estate i risultati. A meno di 2 mesi dall’annuncio della scoperta a Punta Chiappa, il Servizio Tecnico di Archeologia Subacquea della Soprintendenza (Stass) è al lavoro, sponsorizzato da “Drafinsub”. Presenti anche i protagonisti della scoperta: Edoardo Sbaraini e Gabriele Succi, titolari della ditta “Rasta Divers” di Santa Margherita Liguree il biologo marino Fabio Benelli. Nel team: Alessandra CabellaSimonluca Trigona e Marco Danielli, (Stass). Ben 12 dodici immersioni al giorno in coppia, di un’ora e 30 ciascuna, per 14 ore.

“I reperti più piccoli sono salpati e trattati dopo la documentazione – spiega Trigona  –:  quelli maggiori restano custoditi dal mare, protetti da sacchi di sabbia”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità