Cronaca

Tentò di affogare il figliastro a Recco: condannato

Tentato omicidio: 8 anni di reclusione per il 27enne protagonista dell'episodio di cronaca verificatosi a Recco lo scorso agosto

Tentò di affogare il figliastro a Recco: condannato
Cronaca Golfo Paradiso, 16 Giugno 2018 ore 10:13

Lo scorso agosto aveva tentato di affogare il figliastro nelle acque di Recco: per un 27enne gallaratese di origini ucraine è arrivata la condanna in primo grado.

8 anni per tentato omicidio

È di 8 anni, per tentato omicidio, la condanna in primo grado - con rito abbreviato - per il 27enne di Gallarate che lo scorso agosto aveva tentato di annegare il figliastro di 9 anni nello specchio d'acqua antistante il litorale di Recco. Lo rende noto il Secolo XIX di oggi. L'uomo, come raccontato dalla moglie - anch'ella di Gallarate, e che con il 27enne di origini ucraine aveva avuto un secondo figlio di 5 anni - aveva problemi di abuso di alcool e il raptus sarebbe avvenuto proprio sotto l'effetto, dopo un litigio con lei. I giudici non hanno creduto alla tesi difensiva dell'uomo, che aveva sostenuto di stare al contrario tentando di soccorrere il figlio in difficoltà, ma di essere a sua volta scivolato dando così l'impressione di volerlo trascinare sott'acqua. Il bambino se l'era cavata senza alcuna conseguenza, rapidamente soccorso dai bagnini, mentre l'accusato era stato arrestato poco dopo mentre tentava di fare irruzione nella stanza d'albergo dove la compagna, coi figli, aveva trovato rifugio.

Richiesta di archiviazione invece per le concomitanti accuse di maltrattamenti in famiglia: sebbene infatti i problemi con l'alcool avessero moltiplicato nel tempo i comportamenti aggressivi dell'uomo, prima dello scoppio d'ira avvenuto a Recco non si sarebbero concretizzati episodi di effettiva violenza fisica. La difesa ha annunciato che ricorrerà in appello.