Menu
Cerca
fase 2

“Toti dice che finiremo a maggio, ma l’appuntamento per la prima dose te lo danno a giugno”

Le crepe del sistema di prenotazione secondo Ferruccio Sansa

“Toti dice che finiremo a maggio, ma l’appuntamento per la prima dose te lo danno a giugno”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 27 Febbraio 2021 ore 09:21

Il consigliere di opposizione ed ex candidato alla presidenza di Regione Liguria Ferruccio Sansa, interviene con un post critico su Facebook, per evidenziare le crepe del sistema di prenotazione del vaccino per gli over 80 in Liguria.

“Prima dose a giugno”

“Buongiorno, vorrei prenotare un vaccino – scive Sansa – .Prima dose a giugno. Così si sentiva rispondere due giorni fa un novantenne che telefonava al centro prenotazioni. Non è stato il solo. La stessa sera ecco Toti che compariva nel suo monologo televisivo: “Entro maggio avremo vaccinato tutti gli over 80”.

 

“Le promesse si scontrano con una realtà ben diversa”

“Com’è possibile credergli? – Affonda Sansa – Ancora decine di migliaia di persone devono prenotare eppure già abbiamo sforato verso giugno. Difficile immaginare, come dice Toti, che tra 60 giorni saranno somministrate tutte le 256mila dosi necessarie per riuscire a immunizzare l’85% dei 185mila ultra-ottantenni che lo richiedono.

“Le promesse del Presidente – continua – si scontrano con una realtà ben diversa. Ormai i liguri l’hanno capito, l’hanno sperimentato sulla propria pelle.Molte cose non funzionano, nessuno osa dirlo, ma noi lo abbiamo verificato.

 

Tutte le crepe del sistema secondo Sansa

“Qualche esempio: chi ha prenotato nei primi giorni disponibili – scrive il consigliere – si è visto dare appuntamenti ad aprile, maggio, qualcuno anche a giugno. Ieri, all’improvviso, ecco che qualche ‘ritardatario’ è riuscito a prenotare e… sorpresa… gli hanno dato un appuntamento il 13 marzo. Insomma, talvolta chi prenota dopo passa prima. Perché?”

 

” Molti cittadini e operatori – prosegue – ci segnalano altre anomalie. Il sistema mostra evidenti falle: chi, avendo ottenuto un appuntamento tra due mesi – abbiamo idea di cosa significhi passare ancora sessanta giorni blindati in casa? – richiama per tentare di ottenere un appuntamento più ravvicinato, si sente rispondere così: “per vedere se posso darle un nuovo appuntamento devo prima annullare quello già preso”. Il rischio è evidente: lasci perdere una data sicura e magari rischi di restare senza dose. Nessuno se la sente.”

“Non basta, secondo quanto ci è stato riferito: se un anziano smarrisce il documento con la data delle prenotazione – racconta -, telefona al centro prenotazioni. Ma la risposta è sorprendente: “Con il solo nome non possiamo andare a verificare. Il sistema non lo consente”.

 

Liguria ancora terzultima nella somministrazione dei vaccini

“Per finire: la Liguria è ancora terzultima nella classica dei vaccini somministrati in rapporto a quelli ricevuti (appena il 65,4%). Siamo una delle regioni che hanno ricevuto più dosi – spiega Sansa – , ma ne hanno somministrate di meno. In Liguria appena il 2,5% degli over 80 sono stati vaccinati, mentre a Bolzano siamo al 26,5%.Ma tutte queste cose – conclude – Toti non ve le dirà in conferenza stampa.”

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli