Coronavirus

Toti: «La velocità del contagio resta elevata, ma l’accelerazione dell’epidemia sta diminuendo»

Il numero di nuovi casi giornalieri si è andato stabilizzando, ed è rallentata anche la crescita dei ricoveri: l'auspicio da questi dati è che le Terapie Intensive possano cominciare ad invertire la tendenza in un paio di settimane

Toti: «La velocità del contagio resta elevata, ma l’accelerazione dell’epidemia sta diminuendo»
Chiavari - Lavagna, 14 Novembre 2020 ore 07:31

«I numeri di oggi ci dicono che l’indice Rt sta scendendo in Liguria. Dall’Rt a quota 1,5 di quattro settimane fa siamo passati attorno a uno, probabilmente l’effetto delle misure previste per le zone arancione ci consentirà di scendere sotto uno nelle prossime settimane. Ci auguriamo un rapido ritorno nella zona gialla: grazie a una serie di misure per il contenimento del contagio prese anche a livello locale, con ogni probabilità siamo riusciti a mitigare l’impatto della malattia nonostante la Liguria abbia conosciuto in anticipo una sua recrudescenza». Così ieri sera il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel quotidiano aggiornamento sulla situazione Covid in Liguria.

«Anche nel bollettino di oggi quasi tutte le persone decedute, per le quali esprimo cordoglio alle famiglie da parte mia e di Regione Liguria, erano over75 – aggiunge Toti – È un dato che va a indicare quanto siano necessarie le misure che abbiamo preso, stiamo prendendo e prenderemo ancora a protezione delle fasce più fragili della nostra cittadinanza. Credo però sia un errore strategico, a livello nazionale, continuare a non prendere in considerazione in modo strutturale la fascia più delicata e fragile della popolazione».

«Continuano – conclude – le assunzioni di personale: Asl2 ha aperto un bando per l’assunzione di 189 infermieri destinati a tutto il territorio ligure, mentre da oggi la Marina militare affianca il personale sanitario nei drive through di Quarto e della Fiera, aumentando così in modo sensibile la nostra capacità di effettuare test di screening».

Rt

«Nella seconda metà di ottobre si è registrato un netto aumento dei nuovi casi, una accelerazione della diffusione del contagio, mentre negli ultimi 10 giorni l’aumento ha subito un rallentamento. Questo fatto si riflette sull’Rt, che dopo una crescita e un picco circa 4 settimane fa, più recentemente è diminuita fino ad attestarsi su valori intorno all’1,1. Al momento siamo in una situazione di plateau. La velocità del contagio però resta elevata, ma l’accelerazione dell’epidemia sta diminuendo».

Ospedali

«La stabilizzazione del contagio mostra timidi segnali positivi per quanto riguarda gli ospedali. Nei pronti soccorso la situazione è di una pressione ancora intensa, ma con dati che si sono stabilizzati negli ultimi 7/8 giorni. L’aumento dei ricoveri in terapia intensiva era atteso, ed è un fatto legato alla crescita del numero dei ricoverati dei giorni scorsi. Era previsto che alcuni di questi malati potessero sviluppare condizioni che necessitassero del sostegno della terapia intensiva. Al momento, se il dato dei contagi manterrà questa tendenza, si prevedono almeno ancora una/due settimane di difficoltà sul fronte delle terapie intensive, poi una probabile diminuzione di questo tipo di ricovero».

Progetto “Sconti&Sicurezza dai 65 anni”

«Per quanto riguarda il progetto “Sconti&Sicurezza dai 65 anni” annunciato nella giornata di ieri partirà giovedì 19 novembre – precisa l’assessore alla Politiche sociali Ilaria Cavo – Nei primi giorni della prossima settimana avverrà la distribuzione del materiale, locandine e adesivi, agli esercizi che hanno aderito. Inoltre – prosegue Cavo -alle adesioni già annunciate ieri, dalla grande distribuzione regionale ai negozi di vicinato di ortofrutta, ai mercati rionali coperti di Genova, oggi si sono aggiunti l’Associazione libere macellerie e l’Associazione panificatori della provincia di Genova, che effettueranno uno sconto almeno del 5% dalle 9 alle 11 del mattino».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità