Menu
Cerca
Festività "dimezzate"

Tra concessioni (poche) e divieti (tanti) ecco come passeremo le festività. Il Dpcm in pillole

Come preannunciato l'Italia tornerà in (quasi) lockdown per alcuni giorni durante il lungo periodo di pausa natalizia

Tra concessioni (poche) e divieti (tanti) ecco come passeremo le festività. Il Dpcm in pillole
Cronaca 18 Dicembre 2020 ore 13:51

Tra poche ore il Governo dovrebbe firmare il Dpcm relativo alle festività di Natale. Come preannunciato l’Italia tornerà in lockdown per alcuni giorni durante il lungo periodo di pausa natalizia: lockdown, s’intende, per lo più per quanto riguarda le chiusure commerciali e le limitazioni agli spostamenti. A differenza della scorsa primavera, infatti, il settore primario e secondario non si ferma neppure parzialmente, e ad essere più colpito è “solo” – si fa per dire – il terziario.

Ecco in pillole cosà ci sarà concesso fare e a cosa dovremmo rinunciare. Sanzioni pesanti per i trasgressori.

NUOVO DPCM DI NATALE

21 – 23 DICEMBRE

  • blocco mobilità infraregionale:  deroghe per lavoro, salute, urgenza, ritorno alla residenza o domicilio.
  • spostamenti consentiti alle seconde case, nella stessa Regione
  • negozi aperti, ristoranti aperti a pranzo e bar fino alle 18. Aperti parrucchieri e barbieri.
  • divieto di uscire dalle ore 22 alle ore 5

24 – 27 DICEMBRE

  • chiusi negozi, bar, ristoranti
  • aperti con orari giorni festivi: alimentari, farmacie, tabacchi, edicole e librerie
  • vietati tutti gli spostamenti anche all’interno del proprio comune.* deroghe solo per lavoro, salute, urgenza
  • non si potrà uscire per andare a casa di parenti o amici  Niente pranzi e cane di Natale con parenti e amici: ammessi nucleo convivente con massimo 2 genitori anziani
  • si potrà uscire per andare a Messa e uscire per attività sportiva e motoria o assistere chi non è autosufficiente.

28 – 30 DICEMBRE

  • si ritorna alle restrizioni del DPCM dal 4 dicembre al 15 gennaio

31 DICEMBRE e 3 GENNAIO

  • Lockdown più totale. Divieto di uscire di casa* deroghe per lavoro, salute, urgenza.
  • Aperti solo alimentari, farmacie, tabacchi, edicole e librerie
  • ‍Chi verrà trovato a circolare per strada in questi quattro giorni, senza motivo, verrà sanzionato con una multa da 400 euro a 1000 euro.

4 – 6 GENNAIO

  • Si ritorna alle restrizioni del DPCM dal 4 dicembre al 15 gennaio
  • Blocco mobilità infraregionale. deroghe per lavoro, salute, urgenza, ritorno alla residenza o domicilio.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli