L'assassino tra i collaboratori

Uccisa Agitu Gudeta: simbolo di integrazione e amore per la terra

Nel 2018 era stata a Sestri Levante, al Convento dell'Annunziata, per raccontare la sua storia di lotta, di impegno, nonché di riscoperta di valori semplici.

Uccisa Agitu Gudeta: simbolo di integrazione e amore per la terra
Cronaca Sestri - Val Petronio, 30 Dicembre 2020 ore 09:23

Agitu Ideo Gudeta aveva 42 anni: da circa 10 era in Italia, dopo essere fuggita dall’Etiopia poiché perseguitata in seguito al suo attivismo contro alcune multinazionali che monopolizzano la terra africana. In Trentino curava un progetto di recupero e valorizzazione delle aree rurali, ed era pastora di un gregge di quasi 200 pecore: ne aveva ottenuto importanti riconoscimenti, fra cui la bandiera verde di Legambiente per la valorizzazione dei terreni abbandonati, per non parlare della tutela di specie in via d’estinzione. Ma, inevitabilmente, l’Italia è il Paese che è, e la donna era stata anche oggetto di insulti e persecuzioni razziali.

Nel 2018 era stata a Sestri Levante, al Convento dell’Annunziata, per raccontare la sua storia di lotta, di impegno, nonché di riscoperta di valori semplici. Ad intervistarla la “nostra” Claudia Sanguineti.

Questa mattina la ricorda proprio il Sindaco di Sestri Valentina Ghio, con un post su Facebook: “Ricordo Agitu Ideo Gudeta come una persona che trasmetteva subito il senso del suo progetto e della sua umanita, una donna dai sorrisi avvolgenti e idee luminose – scrive la Ghio -. È venuta a raccontarci la sua esperienza a Sestri Levante nell’autunno 2018, anche grazie all’impegno di Lucia Pinasco che l’aveva conosciuta direttamente in Trentino, dove aveva fondato La Capra felice e allevava la capra mochena per salvarla dall’estinzione. Una storia piena di significato quella di Agitu, una storia di emigrazione, tutela del territorio, riscatto femminile e appunto grande umanità. Ieri Agitu è stata trovata uccisa in modo violento. Ancora una volta , come per tante troppe donne, la violenza, il femminicidio che spezza una vita e tutto il suo valore”.

Uccisa Agitu Gudeta: simbolo di integrazione e amore per la terra

Ieri Agitu è stata uccisa. La hanno ritrovata in casa senza vita, con una ferita al capo, i vicini, dopo l’allarme scattato quando non si era presentata ad alcuni appuntamenti. In corso le indagini: al momento, tuttavia, il sospetto non sarebbe quello del movente razziale, bensì di un delitto scaturito nella cerchia di conoscenze della vittima. Tanto che nella notte è stato arrestato un uomo, il ghanese Adams Suleimani: il 32 enne collaborava con l’impresa della Agitu, occupandosi del pascolo delle capre. Secondo le prime indiscrezioni l’uomo avrebbe già addirittura confessato il delitto: alla sua origine vi sarebbe stato un diverbio per ragioni economiche.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità