Una famiglia chiavarese diventa ricca coi buoni postali dimenticati dalla nonna

10 titoli ritrovati nel comò della nonna ultracentenaria: un tesoro che potrebbe valere oltre 500mila euro

Una famiglia chiavarese diventa ricca coi buoni postali dimenticati dalla nonna
Chiavari - Lavagna, 21 Febbraio 2018 ore 08:21

10 titoli postali ritrovati nel comò della nonna dopo molti anni: un tesoro inaspettato per una famiglia chiavarese.

Le valutazioni differenti fra Poste e Fondazione Risparmiatori

Che i buoni fruttiferi postali siano forse l'unico investimento in titoli sicuro rimasto si sapeva, ma il tesoro trovato dai nipoti dell'ultracentenaria chiavarese Marcella Colombo - 105 anni - di certo non se lo aspettava nessuno. La curiosità è raccontata dal Secolo XIX di stamani: 10 titoli postali da 5 milioni di vecchie lire l'uno, acquistati nel 1987 da Michele Spada, lo scomparso marito dell'anziana donna, una volta entrato in pensione, giacevano dimenticati nel comò della signora da molti anni, finché non sono stati ritrovati dai nipoti. E intanto acquistavano valore. Su quanto di preciso tuttavia si apre ora il contenzioso: le Poste li hanno valutati 27mila euro ciascuno ma uno dei nipoti, Michele anch'esso come il nonno, non si è voluto accontentare e, rivolgendosi alla Fondazione Italiana Risparmiatori, ha ottenuto una diversa valutazione di oltre 53mila euro l'uno. Oltre mezzo milione di euro in tutto, dunque. Se le Poste riconosceranno o meno la validità di tale secondo calcolo e se si dovrà andare in causa la famiglia lo scoprirà nei prossimi mesi, ma intanto una cosa è sicura: per la visita alla nonna si tratta di una "mancetta" da Guinness dei Primati.