Camogli

Una nuova area verde e fitness in via dei Cipressi

Prima di ferragosto sono iniziati i lavori, che si fermano solo per un breve periodo di ferie

Una nuova area verde e fitness in via dei Cipressi
Golfo Paradiso, 12 Settembre 2020 ore 15:39

Area verde pubblica dedicata agli sportivi, partiti i lavori. A luglio la giunta aveva affidato i lavori per la riqualificazione di un’area dismessa, in adiacenza al viale dei Cipressi, destinata a diventare un luogo assai frequentato, soprattutto da chi ama il fitness, progetto esecutivo approvato nella prima settimana di giungo.

Camogli

L’intervento costa oltre 70.000 euro. Prima di ferragosto sono iniziati i lavori, che si fermano solo per un breve periodo di ferie. Sono già 7 le attrezzature custodite nei magazzini comunali, tra cui 1 vogatore, una cyclette e una spalliera, tutti di colore verde, che saranno installate a fine lavori.

“Tra le ultime lavorazioni su sito – spiega il supervisore e responsabile dell’Ufficio Lavori Pubblici Maurizio Canessa – c’è anche la piantumazione di oltre 100 essenze di tipo mediterraneo”.

A fine agosto sono ripresi i lavori, con opere di ingegneria naturalistica inerenti il nuovo basamento sulle fasce, opere affidate alla ditta genovese ‘Gam’, che, dopo il ripristino di due terrazzamenti, da tempo in abbandono e invasi da piante infestanti e la successiva bonifica, realizza questo nuovo spazio pubblico.

“Rispettando le quote attuali – aggiunge i responsabile -, si realizzano nuovi muri in pietra e palizzate di contenimento in legno. Si procede poi all’installazione di attrezzature fitness all’avanguardia. La pavimentazione sarà di tre tipologie: anti-trauma, in prato e terra stabilizzata armata. Gli arbusti malati verranno tagliati e rimossi, mentre quelli sani saranno trattati con fitosanitari. In media si pensa a ben 100 nuove piantumazioni, prevalentemente arbusti di macchia mediterranea. Si confida, ad ottobre, tempo permettendo, di iniziare la posa delle attrezzature e la piantumazione».

Il progetto è dell’architetto Cristina Mortola, con la collaborazione del geometra Luca Licata di Recco, anche direttore dei lavori e coordinatore della sicurezza. La superficie supera i 600 metri quadrati, suddivisi in due livelli, arricchita da un belvedere con due panchine, contornato da piante, a formare una bordura. Lungo il margine è realizzata anche un’area di manovra, con pavimentazione in prato armato, tutto integrato nel contesto paesaggistico.

“L’area, posta sul confine del parco naturale – chiude il responsabile – ha dovuto sottostare al nulla osta da parte dell’ente, che ha accolto le proposte dell’architetto Mortola. Il progetto gode anche dell’autorizzazione della Soprintendenza, per gli aspetti paesaggistici”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità