Usava i soldi dei servizi sociali per procurarsi la droga da spacciare

Non solo, il cinquantenne rubava anche candidamente la corrente ai vicini: «Scusate, mi hanno staccato la corrente e quindi la prendo a voi, ma tranquilli, cercherò di usarne il meno possibile»

Usava i soldi dei servizi sociali per procurarsi la droga da spacciare
Cronaca Chiavari - Lavagna, 09 Settembre 2018 ore 09:53

Sono numerosi gli ulteriori risvolti dell’arresto, avvenuto giovedì scorso, di un cinquantenne chiavarese per spaccio di droga. L’uomo, infatti, come è stato reso noto dal Secolo XIX di oggi, ha candidamente ammesso – paradossalmente convinto fosse un’attenuante a dimostrazione del suo stato di indigenza e necessità – di utilizzare il denaro che riceve dai servizi sociali del Comune di Chiavari per i viaggi fra Chiavari e Milano necessari per procurarsi la droga che è poi stato sorpreso a spacciare, eroina ed hashish. Inutile dire che, dunque, tale sussidio gli sarà presto tolto. Ma non solo: l’uomo rischia anche una denuncia per furto, in quanto nel corso della perquisizione domiciliare successiva al fermo gli agenti hanno scoperto che si allacciava ai contatori dei vicini per sottrar loro la corrente elettrica. Ed anche in questo caso, con una incredibile ingenuità, o sfacciataggine; senza infatti cercare in alcun modo di celare l’atto, bensì addirittura affiggendo un cartello: «Scusate, mi hanno staccato la corrente e quindi la prendo a voi, ma tranquilli, cercherò di usarne il meno possibile».

Il cinquantenne, al momento, è detenuto nel carcere di Marassi: e di questo passo sembra proprio vi resterà a lungo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli