Cronaca
in A12

Vagava di notte a piedi in autostrada, soccorsa giovane abbandonata e rapinata

E' accaduto nella notte di ferragosto

Vagava di notte a piedi in autostrada, soccorsa giovane abbandonata e rapinata
Cronaca Chiavari - Lavagna, 21 Agosto 2022 ore 12:39

Una vicenda che mette i brividi e che è emersa solo in queste ore. Nella notte del 15 agosto giunge alla Polizia di Stato la segnalazione della presenza di una donna che vagava a piedi in autostrada A/12 poco prima dell'uscita di Ge-Est, nelle vicinanze di una galleria.

Rintracciato e fermato un uomo

Una pattuglia della Polizia Stradale di Genova giunta sul posto ha rintracciato la donna che, semi- svestita e visibilmente spaventata, ha comunicato agli operatori di essere stata abbandonata in autostrada da un uomo che si era rivolta a lei per una prestazione sessuale a pagamento.

Secondo quanto accertato successivamente, l’uomo, dopo averla pagata per la prestazione, l’avrebbe colpita in volto e poi derubata della somma di 400 euro. La donna, trattenuta in macchina contro il suo volere, sarebbe poi stata lasciata in una piazzola dell’autostrada intorno all’una di notte.

Gli agenti, dopo averla messa in sicurezza, hanno allertato i soccorsi sanitari che l'hanno trasportata in ospedale e poi la dimettevano con esiti di tumefazioni allo zigomo e prognosi di 15 giorni.
Nel frattempo gli operatori della polizia giudiziaria che si sono messi immediatamente sulle tracce dell’uomo dileguatosi subito dopo i fatti, a seguito di approfonditi accertamenti e riscontri, sono risaliti alla sua identità.
Lo stesso, con precedenti specifici a suo carico, una volta rintracciato, è stato condotto presso gli uffici della Sottosezione Autostradale di Sampierdarena dove, messo davanti agli elementi raccolti a suo carico, ammetteva di essere stato l’autore delle condotte in danno della ragazza.
Su indicazione della Procura di Genova, è stato denunciato a piede libero per rapina, violenza privata e lesioni personali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter