Cronaca

Vandali si scatenano contro i motorini parcheggiati, presi dai Carabinieri

13 scooter distrutti da due ragazzi sudamericani ubriachi. Nelle stesse ore si era verificato un episodio analogo a Sestri Levante

Vandali si scatenano contro i motorini parcheggiati, presi dai Carabinieri
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 31 Marzo 2018 ore 08:00

Raid vandalico a Rapallo l'altra notte: due giovani sudamericani ubriachi distruggono 13 motorini. Fermati dai carabinieri.

13 scooter distrutti, l'insensato vandalismo

Così come a Sestri Levante, dove la furia vandalica si è scatenata sulle auto, nelle stesse ore dell'altra notte si è verificato un episodio del tutto analogo a Rapallo: vittima in questo caso i motorini parcheggiati, ma presi i responsabili. Si tratta di due sudamericani residenti in loco, un dominicano ed un ecuadoriano, che - ubriachi e fuori controllo - prima si sono sfogati sugli scooter parcheggiati a partire da corso Assereto: scaraventandoli a terra e prendendoli a calci, infrangendo vetri ed ammaccando le scocche. Così in via Lamarmora, e poi si sono diretti verso la stazione ferroviaria, lasciando dietro di sé una scia di insensata distruzione e 13 scooter da buttare.

Il chiasso provocato in ora tarda, tuttavia, ha allarmato alcuni cittadini che hanno chiamato il 112: non molto è occorso ai carabinieri della Compagnia di Santa Margherita per giungere sul posto e sorprendere i due teppisti nel parcheggio retrostante la stazione, dove stavano manomettendo le sbarre. I militari dell'Arma hanno dunque fermato i due sudamericani, ambedue 19enni e con precedenti di polizia per uso di stupefacenti e violazioni di terreni, che sono poi stati deferiti a piede libero.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter