Veliste contro il cancro al Salone Nautico

Le ragazze della W Sailing Academy assieme ai volontari dell'AIRC per sostenere la ricerca

Veliste contro il cancro al Salone Nautico
13 Settembre 2017 ore 15:47

Chi ama la vita, si diverte, va in vela e sostiene la ricerca. Con questo appassionato inno alla vita e alla solidarietà sbarca al 57° Salone Nautico di Genova 2017 la Women’s Sailing Cup & Academy in favore di AIRC, con il patrocinio di Ucina e il supporto di Pirelli.

Al Salone Nautico le veliste contro il cancro

Il progetto, ideato per le donne da due donne – Ivana Quattrini, responsabile comunicazione e Anne-Soizic Bertin, campionessa di vela internazionale e direttrice tecnica di Blue Project, società armatrice di barche a vela da regata – è nato nel 2015 allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca oncologica a favore di AIRC attraverso l’organizzazione della Women’s Sailing Cup Italia, regata esclusivamente femminile che coniuga sport e solidarietà. L’evento è stato subito un grande successo e ha ricevuto la partecipazione entusiastica di centinaia di veliste da tutta Italia e delle istituzioni.

La W Sailing Academy sarà presente al Salone di Genova dal 21 al 26 settembre 2017 nel settore “Sea Experience” con attività gratuite di iniziazione alla vela aperte a tutte le donne e in particolare alle donne che hanno avuto esperienze oncologiche. Per le uscite in barca sarà possibile iscriversi presso lo stand della W Sailing Academy, dove i volontari di AIRC saranno felici di fornire tutte le informazioni sulle attività di raccolta fondi della Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.

2 foto Sfoglia la gallery

 

Sostenere la ricerca contro il cancro, in Italia, in Liguria e nel Levante

Chi desidera, potrà sostenere la ricerca scientifica acquistando la maglietta personalizzata delle Falchette o i divertenti libri della skipper e scrittrice Lucia Pozzo,
autografati in diretta, oppure facendo una offerta libera ad AIRC. I fondi per la ricerca non sono mai abbastanza e che c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Il ricavato sarà impiegato per una borsa di studio che sarà assegnata nel 2019 ad un giovane ricercatore o ricercatrice che lavorerà in Liguria.

Gli ultimi dati sulla mortalità nella ASL4 chiaverese (risalenti allo studio sullo Stato di Salute del 2007) mostrano numeri stabili ma assai alti – complice l’età media elevata – di morti per patologie neoplastiche. Fra le donne, ad esempio, un calo della mortalità da tumore mammario – risultato delle campagne di screening e prevenzione – è compensato dall’aumento delle morti per carcinomi polmonari, presumibilmente ascrivibili all’aumento relativo nella popolazione femminile dell’abitudine al fumo. Tendenza opposta fra gli uomini, dove calano le neoplasie polmonari per il progressivo diminuire dei fumatori abituali, ma ne aumentano altre come quelle alla prostata. In totale nell’ultimo quadriennio monitorato risultano 1659 morti fra gli uomini e 1257 fra le donne: anche nel Levante genovese le neoplasie sono la seconda causa di morte dopo le patologie del sistema cardiocircolatorio.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: