Vittorio Podestà è diventato papà

Alle 11.05 di oggi lunedì 13 agosto è nata Anita

Vittorio Podestà è diventato papà
Chiavari - Lavagna, 13 Agosto 2018 ore 14:45

Vittorio Podestà è diventato papà. Ad annunciarlo oggi, lunedì 13 agosto sui social network è stato lo stesso campione.

Benvenuta Anita!

Stamattina il messaggio tanto atteso da amici e parenti:
"Alle 11.05 io e Barbara  siamo diventati genitori! È nata Anita e siamo felici come non mai!"

Quest'anno il campione mondiale di hanbike ha rinunciato al  Mondiale, "ma per il motivo più bello del mondo".

Il sogno più bello realizzato

«Sono molto contento di diventare papà -  aveva dichiarato lo sportivo e ingegnere civile a Il Nuovo Levante - è da tempo che sognavamo e aspettavamo questo momento con mia moglie, questi anni con lei sono volati». La coppia si è conosciuta nel 2002, un mese dopo l’incidente d’auto ad aprile di Podestà a Ponte Taro (PR), in cui ebbe una lesione midollare.

«Lei era infermiera nella struttura che mi seguiva, un anno e mezzo dopo ci siamo sposati» ricorda Vittorio. «In tutti questi anni Barbara (Pianto, ndr) mi ha dato una forza immensa, mi ha sempre seguito e sostenuto: la nostra bimba è attesa a metà agosto, ci aspetta un periodo impegnativo e bellissimo. Il nome? Non lo sappiamo ancora».

Ad ottobre il Giro d'Italia di handbike a Chiavari

E tra le sfide in arrivo, quest’anno gareggerà alla nona edizione del Giro d’Italia di handbike, nella tappa della sua città, Chiavari, di cui è anche promotore con la sua nuova società di handbike.
Tra le 7 città in 6 regioni diverse compare infatti anche Chiavari sabato 6 ottobre, penultima tappa (le altre: Montegrotto-Abano Terme sabato 14 aprile, Cassino domenica 17 giugno, Prato sabato 14 luglio, Roccaraso domenica 22 luglio, Castagneto Carducci domenica 23 settembre e Torino domenica 14 ottobre).

«Così come nel 2013, Chiavari sarà di nuovo protagonista - spiega lo sportivo - la gara si svolgerà in centro, stiamo definendo i dettagli con l’amministrazione comunale, ma l’idea è di farla passare tra il caruggio dritto, piazza Roma e piazza Cavour. Un tragitto da percorrere più volte di 3km e 200 metri, una gara nazionale e un modo per promuovere la città».