Zoagli, il Comune è al verde oppure no?

Il sindaco Rocca nega i conti siano in rosso, dopo che le casse erano rimaste senza liquidità a fine anno: «Colpa delle improvvise dimissioni del ragioniere capo»

Zoagli, il Comune è al verde oppure no?
Rapallo - Santa Margherita, 02 Febbraio 2018 ore 08:49

Zoagli resta senza liquidità in cassa a fine anno, stipendi e tredicesime arrivano in ritardo: infuria la polemica, ma per Rocca sono solo «bufale».

Zoagli, è giallo sui conti

Prosegue lo scontro a Zoagli sul caso della scarsità di liquidità che, in chiusura del 2017, aveva persino causato alcuni ritardi nel pagamento ai dipendenti di stipendi e tredicesime. In cassa erano infatti rimasti solo spiccioli e l'opposizione, guidata dall'ex Prima Cittadina Rita Nichel, era andata all'attacco, paventando il "crack" dell'Ente e domandando spiegazioni su dove fossero finiti i soldi, additando, fra le altre cose, spese ritenute eccessive ed ingiustificate per promozione turistica ed alcuni lavori pubblici.

Il caso torna a guadagnarsi le pagine dei quotidiani, oggi sul Secolo XIX, che riporta le repliche dell'attuale Sindaco Franco Rocca. Che scarica ogni responsabilità sul ragioniere capo del Comune, che si sarebbe dimesso senza preavviso lasciando la contabilità nel caos. Per Rocca, dunque, un problema puramente logistico e tecnico, e non strettamente finanziario: tanto che, dichiara, ci sarebbe un avanzo di bilancio di 730mila euro. Lo stato delle casse comunali non sarebbe dunque di sofferenza, assicura Rocca, che definisce quelle diffuse dall'opposizione vere e proprie «bufale». Ma lo stesso Secolo XIX, con non ingiustificata malizia, si domanda se non vi sia qualcos'altro dietro proprio quelle improvvise dimissioni del ragioniere capo Corrado Demarchi, a cui sarebbe seguito anche il no di un papabile sostituto. E sottolinea anche una probabile prova del 9: quella della passeggiata a mare, pesantemente danneggiata dalle recenti mareggiate e che richiederà non meno di 100mila euro di interventi per essere ripristinata in vista della prossima stagione turistica. Se effettivamente i bilanci sono sani il problema sarà affrontabile: se così non fosse, insinua del resto la stessa Nichel, il rischio è che Zoagli non riesca a presentarsi in ordine per l'estate.