Menu
Cerca

Zoagli e la guida turistica del percorso dei sette sentieri

I sentieri sono stati recentemente ripristinati e indicati tramite percorso segnaletico e viario

Zoagli e la guida turistica del percorso dei sette sentieri
Rapallo - Santa Margherita, 10 Aprile 2019 ore 15:25

A breve verrà pubblicata una guida turistica che valorizza il percorso dei sette sentieri di Zoagli che sono stati recentemente ripristinati e indicati tramite percorso segnaletico e viario. “Questi itinerari sono in grado di potenziare le nostre eccellenze sul territorio e rispondono ad una logica di interconnessione tra varie attività e discipline sportive. I turisti e i visitatori di Zoagli potranno percorrere gli snodi formati dai sentieri secondo diverse modalità che vanno dalla corsa fino ad una tranquilla passeggiata a piedi totalmente immersi nella natura con panorami unici e di rara bellezza. Spesso, soprattutto durante il periodo primaverile, molti turisti mi hanno chiesto la possibilità di conoscere i sentieri guidati da percorrere nella nostra zona e perciò ho maturato l’idea di concretizzare fattivamente un’esigenza che era sentita da più parti: gli stessi abitanti di Zoagli e del territorio limitrofo desideravano percorrere le nostre bellissime creuze” – rileva il Sindaco Franco Rocca – “Con questa operazione di recupero siamo riusciti a pulire i sentieri e renderli percorribili attraverso una segnaletica chiara ed efficace. La Giunta comunale è orgogliosa di proporre una soluzione alternativa e salutare al turismo ligure in grado di offrire una tipologia di vacanza pensata sia per fruire il mare sia la collina per arrivare fino allo spartiacque in cui verso sud si gode il panorama del Golfo del Tigullio, mentre verso nord tutto l’Appennino ligure dagli alti monti fino al confine con Parma e Piacenza. Il fine che si intende perseguire è quello di promuovere i diversi sentieri turistico ambientali presenti sul territorio comunale anche in considerazione della inagibilità delle passeggiate a mare che sono state distrutte durante la mareggiata dello scorso ottobre. Chi conosce la Liguria solo per il mare o ne ha visitato soltanto la costa sappia che si è perso finora una parte altrettanto bella, se non ancora più affascinante e romantica, di questa Regione che con i suoi panorami ha dato natali e ispirazione ad alcuni dei nostri più grandi artisti. Una stretta lingua di terra sospesa fra mare e cielo, che forse proprio nel suo entroterra custodisce la sua anima più autentica e affascinante con i suoi parchi naturalistici, i suoi borghi, i suoi boschi lussureggianti, le sue alture da cui si godono panorami di straordinaria bellezza sia d’inverno sia d’estate e dove la vista può spaziare senza ostacoli sull’orizzonte azzurro offerto dal mare. E’ scenografico, oltre che pittoresco, osservare i monti innevati durante l’inverno mentre lo sguardo spazia verso il mare creando un contesto affascinante ed armonioso di varie note melodiche della natura”.