Menu
Cerca
Lavagna

Accademia del Turismo, ripartono i corsi amatoriali

Rivolti a tutti gli appassionati di enogastronomia, a chi desidera cimentarsi con nuove ricette e ad imparare qualche trucco del mestiere

Accademia del Turismo, ripartono i corsi amatoriali
Cultura Chiavari - Lavagna, 08 Giugno 2021 ore 16:05

L’Accademia del Turismo di Lavagna annuncia che da luglio ripartiranno i corsi amatoriali rivolti a tutti gli appassionati di enogastronomia, a chi desidera cimentarsi con nuove ricette e ad imparare qualche trucco del mestiere.

Rivolti a tutti gli appassionati di enogastronomia, a chi desidera cimentarsi con nuove ricette e ad imparare qualche trucco del mestiere

Ripartiranno i corsi interrotti a seguito della pandemia e uscirà un nuovo calendario con una novità in più: oltre all’area tematica della cucina e a quella dell’arte di accogliere la terza sarà dedicata alla cucina sana, con influenze orientali, rivolta a chi desidera imparare a cucinare cibi sani, mantenendosi in forma ma senza rinunciare al gusto e al piacere della convivialità. Sul sito e sulle pagine Facebook ed Instagram dell’Accademia del Turismo si troveranno calendari e modalità di iscrizione e partecipazione. “Finalmente potremo ripartire con queste attività in presenza che avevano riscosso un gran successo prima della forzata sospensione – ha affermato Chiara Rosatelli, direttrice di Accademia del Turismo - penso che il valore aggiunto di questi corsi sia quello di svolgersi nella nostra Accademia, struttura dedicata alla formazione ma anche all’accoglienza e alla convivialità per cui le serate formative diventano anche dei piacevoli momenti di condivisione grazie ai professionisti della ristorazione e dell’accoglienza che si alternano nelle diverse date”. Valeria Maggiali, formatrice di Accademia del Turismo ha aggiunto: “Come cultori dell’arte dell’accoglienza, abbiamo ideato percorsi per rispondere alle esigenze di chi è intollerante, allergico o semplicemente desidera introdurre nella propria dieta un’alimentazione ricca di vegetali, zuccheri a basso indice glicemico, proteine e grassi buoni, cereali alternativi, farine poco raffinate, in chiave mediterranea, rispettando così tradizione e gusto, stagionalità e territorio, abbinamenti e creatività. Definiamo questa nuova tendenza “arte di trasformare l’abitudine in piacere” di cucinare, nutrirsi, stare bene, scegliere con consapevolezza e accogliere tutti alla propria tavola”.