Libri

Balzaaa!, ecco il diario (ma non solo) nato durante la pandemia

Il liutaio Carlo Doria chiude una trilogia nata quasi per caso: “29 racconti” (2019) e “Uons apòn etaim” (2020)

Balzaaa!, ecco il diario (ma non solo) nato durante la pandemia
Chiavari - Lavagna, 05 Ottobre 2020 ore 08:28

Si chiama “Balzaaa!” (Internos edizioni), il nuovo libro nato durante il tempo della pandemia scritto dal liutaio Carlo Doria.

Il libro

“Balzaaa!” chiude una trilogia nata quasi per caso: “29 racconti” (2019) e “Uons apòn etaim” (2020).

Perché un nome così bizzarro?

“Chi non vorrebbe balzare di fronte alla catastrofe che ci è piovuta addosso? – si chiede Doria – Saltare a pié pari ogni bruttura, chiudere idealmente gli occhi e dimenticare tutto? Varrà la pena aver tenuto un diario giornaliero di questi giorni di isolamento, della cessazione dei rapporti sociali, della separazione delle famiglie e a volte degli affetti più cari, pitturati di nero da sofferenze e da lutti mai nemmeno immaginati? Rimarrà la voglia di rileggere questo orrore? Certo che questa esperienza lascerà il segno in tutti noi, in misura differente, ma credo sempre in modo significativo. Quando devi rivoluzionare il modo di vivere, rinunciare a tutto quanto facevi, un minimo di crisi te la devi aspettare”.

Doria scrive non solo un diario, scrive, come al solito, quello che gli passa per la mente, piccoli racconti di “gente strana”, dialoghi fantastici, poi diventa serio e propone un po’ di storia o cultura spicciola, “ma mi pento subito”, dice con la sua solita ironia.

“E cado nel comico, per non tediare il lettore, ma anche per esorcizzare la paura, la mancanza di sufficiente fiducia nelle autorità, lo scoramento che prende chiunque davanti all’ignoto, perché questo è il coronavirus, l’ignoto. Così mi metto ad osservare, pesco le similitudini coi ricordi, e ripercorro tutti i mondi che ho conosciuto o sognato”.

Non è un libro triste, anzi:

“Il sorridere non sia considerato mai una mancanza di rispetto, sarebbe atroce – precisa Doria -, ma uno dei modi di esorcizzare i brutti pensieri, un aiuto psicologico per trovare la forza, o almeno il coraggio, di andare avanti”.