Concorso per aspiranti poeti e scrittori in prosa: domani termine ultimo per le sottomissioni

Da quest'anno il concorso è aperto anche ai racconti brevi

Concorso per aspiranti poeti e scrittori in prosa: domani termine ultimo per le sottomissioni
Cultura 14 Settembre 2017 ore 13:28

Scadono domani, venerdì 15 settembre, i termini per partecipare alla quarta edizione del Concorso Nazionale di Poesia Leivi Città dello Sport.

Concorso Nazionale di Poesia Leivi Città dello Sport, modalità e novità

Le sezioni sono tre: poesia in italiano, poesia in lingua dialettale e la sezione dedicata allo sport: poesia o racconto breve. «Abbiamo ritoccato le sezioni per rendere la cosa più semplice – spiega Andreina Solari consigliere che si occupa dell’organizzazione di questa manifestazione –. Per quanto riguarda le sezioni poesia in italiano e poesia in genovese, ricordo che possono partecipare tutti i poeti con componimenti sia editi che inediti, premiati o no. Per quanto riguarda le due sezioni legate allo sport non ci sono limiti, l’importante è che l’argomento sia coerente con il tema. Novità è l’estensione del concorso anche ai racconti».

Per i racconti i parametri sono che siano brevi, a tema sportivo, massimo tre – tre e mezze cartelle di world. Per le poesie il parametro tassativo è quello dei 40 versi massimi.

Anche la scuola primaria di Leivi è stata come sempre invitata a partecipare, il tema è libero e la premiazione dei giovani poeti avverrà in una data successiva e da concordare con le insegnanti.

La premiazione si terrà a dicembre

La premiazione della quarta edizione si terrà sabato 3 dicembre nella sala polivalente di San Bartolomeo alle 15. Fra i premi ci saranno le targhe che metterà a disposizione il Comune e gli sponsor che doneranno qualcosa. «Quest’anno ci sarà nuovamente la partecipazione del gruppo fotogrefico Dlf – aggiunge Solari -, il cui presidente è Roberto Biggio, che abbineranno alle poesie vincitrici le foto dei componenti del gruppo». La quarta edizione ha il patrocinio del Comune di Chiavari e della Pro Loco.

«La poesia è un’arte molto sentita: la gente scrive molto, partecipa con piacere e numerosa – conclude Solari –. Ho ricevuto componimenti da tutta Italia, isole comprese. E i poeti che hanno già partecipato ritornano con entusiamo, inoltre ho notato un grande interesse per la sezione dello sport».