Menu
Cerca

Da Arezzo a Favale, nel segno di Giannini

In occasione della 59^ Festa dell’Emigrante in programma a giugno

Da Arezzo a Favale, nel segno di Giannini
Cultura Valli ed entroterra, 20 Aprile 2019 ore 12:03

Non ci sono dubbi la prossima edizione della Giornata dell’emigrante, in programma a Favale il 30 giugno prossimo, sarà all’insegna di Amadeo Peter Giannini del quale quest’anno ricorre il 70^ anniversario della morte.

Gli ospiti

Ci sarà anche Piero Iacomoni che venerdì 22 marzo attraverso la Fondazione Monnalisa ha voluto ricordare la figura del banchiere italoamericano con un a bella statua. Ad Arezzo è stata una grande festa con banda musicale e diversi ospiti. Tra questi Giorgio A.  Chiarva che proprio su Giannini, nel 2018, in occasione della Festa dell’emigrante, ha presentato un interessate libro che aveva avuto il “vernissage” a Favale. La Fondazione Monnalisa ha acquistato ben 100 copie del volume e il ricavato è stato donato all’istituto Gaslini di Genova. Come si può ben vedere la figura di Giannini continua a destare interesse. Il busto in bronzo su basamento di marmo, opera dello scultore aretino Lucio Minigrilli, è molto bello ed ha ottenuto unanimi consensi da parte di tutti i presenti, ivi compreso il sindaco Ubaldo Crino che non è voluto mancare alla cerimonia. Detto di Giannini ora Iacomoni è curioso di conoscere il paese che ha dato i natali ai suoi genitori, Luigi Giannini  e Virginia  De Martini. La coppia si sposa a Favale nel 1869 ed emigra subito dopo a San Francisco (USA), non a caso Amadeo Peter pur essendo stato concepito nellla valle del Malvaro vedrà i natali a San Francisco nel 1870. Da allora le sue vicende sono cosa nota. Unico neo, un po’ come Frank Sinatra figlio di Natalina Garaventa di Rossi (Lumarzo) anche lui non ha mai voluto visitare il paese d’origine dei genitori. Non ci sono però dubbi che quest’anno la  Giornata dell’emigrante, giunta alla 59^ edizione, sarà all’insegna del  famoso banchiere. Il sindaco Crino e il consigliere regionale Giovanni Boitano al quale spetta il merito di aver rilanciato la festa sul finire del secolo scorso sono già al lavoro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli