Festival Puccini a Portofino per i 30 anni di SanPaolo Invest

Protagonista in piazzetta anche la Scuola Alberghiera di Lavagna

Festival Puccini a Portofino per i 30 anni di SanPaolo Invest
27 Settembre 2017 ore 11:11

La grande musica del “Festival Puccini di Torre del Lago” chiuderà la stagione 2017 con un concerto nella splendida piazzetta di Portofino, domani, giovedì 28 settembre.

L’orchestra del Festival Puccini in piazzetta

Nella piazzetta del borgo nella pedana sul mare, suonerà l’Orchestra del Festival pucciniano diretta dal Maestro Alberto Veronesi; accompagnati da cinquanta musicisti si esibiranno il violoncellista Giovanni Scaglione, il baritono Franco Cerri e la soprano Maria Maksalova.
Un appuntamento lirico di assoluto spicco e di respiro internazionale nella prestigiosa località ligure con l’orchestra del più importante Festival Lirico Italiano.

La serata, patrocinata dal Comune di Portofino, è promossa e organizzata da Sanpaolo Invest, rete di consulenti finanziari del gruppo Fideuram, da sempre vicina con grande impegno alla cultura musicale, nel trentennale della sua fondazione .
Il concerto, che avrà inizio alle ore 21, comprenderà brani di Bizet, Mascagni, Puccini, Rossini, Schumann, Faurè.

Protagonista anche l’Alberghiero di Lavagna

La platea naturale dell’incantevole piazzetta, ospiterà per l’occasione 300 invitati selezionati tra i clienti e Prospect Private di Sanpaolo Invest.
Altra protagonista della serata pucciniana la Scuola Alberghiera di Lavagna, con lo chef Maurizio Berisso e le eccellenze dell’agroalimentare del territorio e del mare, scelta da SanPaolo Invest per accogliere, al Teatrino di Portofino gli invitati prima del concerto.
Eccellenze alimentari di Niasca Portofino, ll Pesto di Prà, Latte Tigullio, Consorzio Olio Dop Rivera Ligure, Tossini, Picasso Focaccia d’Autore, i pastifici Novella e La Casana, ParlaCome Mangi, Aqua Lavagna, Calizzano Fonti Bauda, Bisson Abissi e il riso di Acquerello.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità