Sestri

I vincitori del 53° Premio “Hans Christian Andersen”

Vince Valentina Pericci con la fiaba “Il nuovo regno”

I vincitori del 53° Premio “Hans Christian Andersen”
Sestri - Val Petronio, 06 Settembre 2020 ore 08:29

Premiati a Sestri Levante i vincitori del 53° Premio “Hans Christian Andersen – Baia delle Favole”, il concorso letterario che dal 1967 premia le fiabe inedite. Vince Valentina Pericci con la fiaba “Il nuovo regno”.

La premiazione

A Francesco Russo il premio per la sezione Scrittori Professionisti; a Fedor Kulikov, dalla Russia, il premio per la miglior fiaba straniera e a Roberto Piumini il trofeo “Baia delle Favole”

Si è tenuta ieri, sabato 5 settembre, nel Convento dell’Annunziata di Sestri Levante, la cerimonia di consegna del 53° Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole per la fiaba inedita. Fra i presenti, la giuria del Premio guidata dalla Presidente Lidia Ravera, la sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio, l’attore Enrico Lo Verso, vicino al charity partner della manifestazione Medici Senza Frontiere. A condurre l’evento, il Maestro di Cerimonia Pietro Fabbri.

Per questa edizione sono arrivate oltre 500 opere, di cui 100 a firma di scrittori professionisti, la nuova categoria inserita quest’anno. Sono state valutate anche 13 graphic novel, 300 fiabe per la sezione adulti e 7 in lingua straniera provenienti da Belgio, Inghilterra, Russia.

È VALENTINA PERICCI (di Campagnatico, Grosseto) la vincitrice del 53° Premio per la sezione Adulti, dedicato a David Bixio, conquistato grazie alla fiaba “Il nuovo regno” con queste motivazioni:

“Il nuovo regno” è una favola di impianto tradizionale centrata sul tema del viaggio e della ricerca della felicità. Ben delineati i personaggi, sopra tutto i due protagonisti, Gino e il suo mulo Gaspare. Anche le figure dei due anziani comprimari, del ragazzino che soccorre l’animale ferito e degli altri attori sono efficacemente tracciate.  La lingua è semplice e diretta, perfettamente adeguata al racconto. Il valore che la fiaba propone è quello raccomandato dalla spiritualità di tutti i tempi e di tutte le religioni: il vero tesoro, il vero regno felice dobbiamo trovarlo dentro di noi.”

Per la nuova sezione degli Scrittori professionisti ha vinto FRANCESCO RUSSO (di Napoli) con la fiaba inedita “Dentro l’uovo” definita dalla Giuria “delicata e poetica, e ci mostra la determinazione e il coraggio dei più piccoli, senza moralismo e senza retorica. In poche pennellate, il pulcino Pio diventa un piccolo eroe alla portata di tutti e tutte”

La sezione “Fiaba straniera” ha visto trionfare, per il secondo anno consecutivo, FEDOR KULIKOV (10 anni, di Ekaterinburg, Russia) che vince con “Солнце и дети – Sole e bambini”, una fiaba che “con un linguaggio semplice ed efficace evidenzia in modo originale e ironico l’importanza del rapporto con la natura”.

Il trofeo “Baia delle Favole” è invece andato allo scrittore ROBERTO PIUMINI che ha partecipato con la fiaba inedita “Nel regno di Bistoria” e che ha conquistato la Giuria “per l’incanto della scrittura: poetica e semplice come la lingua che usiamo per parlare ai bambini, eppure percorsa da un leggero fremito di ironia che ristabilisce i contorni della realtà senza mai negare la fiaba. Per il messaggio di straordinaria intelligenza e dolcezza. Ci sono due modi di vivere il tempo: uno è fidarsi degli orologi e allora si nasce, si cresce, si invecchia e si muore. L’altro è fidarsi della natura e allora il tempo diventa ciclico, la primavera si rinnova ogni anno e tutto ciò che era morto in inverno, rinasce e fiorisce . Come sorella Mel nel Regno di Bistoria.”

I premi per le sezioni “Scuola materna”, “Bambini” e “Ragazzi” sono stati assegnati:

  • alla scuola materna Gialloverdeblu di Cinto Euganeo dell’Istituto Comprensivo di Lozzo Atestino (Padova) per la fiaba “Un’accogliente batbox” che si distingue per la sua sensibilità e delicatezza, narrando in modo lieve come i bambini si pongano in ascolto della natura, per proteggerla e contemplarla;
  • alla Classe IV sez A dell’Istituto Comprensivo Rosalba Carriera (Roma) per la fiaba “I bambini farfalla”, racconto di una rinascita espresso con poesia e leggerezza. Una storia breve e semplice che tocca il cuore
  • a Diletta Lago (Cittadella – Padova) per la sua fiaba “L’arcobaleno nel cuore” che si fa apprezzare per la ricchezza dei temi e la notevole vivacità di una narrazione di ispirazione cinematografica, densa di intrecci fantasiosi ed elementi avventurosi, scandita da colpi di scena e animata da personaggi felicemente caratterizzati che si muovono sullo sfondo di una natura che ben corrisponde al mutare delle situazioni e dei diversi stati d’animo. Al centro di questo racconto di passaggio e maturazione, la riproposta del classico motivo del contrasto tra bene e male, luce e tenebre, autenticità e falsità, incanto dorato dell’infanzia e inesorabile incombere del Tempo, che impone ai fanciulli protagonisti, insieme agli slanci e ai turbamenti dell’imminente adolescenza, le prime dure prove da affrontare, la scoperta di nuovi e più complessi sentimenti e una vera consapevolezza di sé stessi.

Ha vinto, per la sezione “Graphic Novel”, Simone Chiesa (Chiavari) con “Piccolino”, un’opera che ha assimilato e trasformato la biografia e il mondo immaginifico di Gianni Rodari, tramutandolo in un fumetto ricco di citazioni e situazioni bislacche. La Giuria lo ha premiato per lo stile curioso e spumeggiante che ritma il racconto in una gabbia inconsueta e per la perfetta adesione al tema del concorso.

Infine, sono state segnalate le fiabe “La voce dell’albero” dell’Istituto Comprensivo Avegno Recco Camogli Uscio (Recco) per la sezione Scuola Materna e “Il sogno di Dimitrij Ivanovic Mendeleev” della classe 2 A della Scuola secondaria di 1° grado “G. Bresadola” – Istituto Comprensivo Trento 5 (Trento) per la sezione Ragazzi.

Le Giornate dell’Andersen continuano con il programma di oggi, domenica 6 settembre.

EVENTI GRATUITI, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti ma, per una corretta gestione degli spazi in rispetto dell’attuale emergenza sanitaria, è obbligatoria la prenotazione e i posti sono limitati.

Le prenotazioni sono online sulla piattaforma Eventbrite e su andersensestri.it fino a esaurimenti posti.

Ricordiamo che dalle 18.00 alle 6.00 è obbligatorio l’uso della mascherina anche in luoghi all’aperto. Gli spettatori saranno distanziati adeguatamente e, solo una volta seduti, potranno toglierla.

STREAMING

Dalle 20.00 alle 00.00, al Teatro Arena Conchiglia sarà possibile seguire le dirette in streaming di parte degli eventi e dei concerti in versione integrale. Posti: 150. Accesso fino a esaurimento posti, senza prenotazione.

MODALITÀ DI ACCESSO ALLA BAIA DEL SILENZIO

Alle 18.00 si apriranno i cancelli dei 2 ingressi: i possessori dei biglietti validi sia per la Baia del Silenzio sia per la Sala Agave entreranno dall’ingresso 1 (via Portobello); i possessori dei biglietti validi solo per la Baia del Silenzio entreranno dall’ingresso 2 (vico Andersen).

Una hostess accompagnerà le persone alla propria postazione.

Tra uno spettacolo e l’altro la spiaggia viene sgombrata per igienizzare le postazioni. L’uscita sarà, per tutti, da vico Byron.
Tutto il flusso è stato pensato per garantire la massima sicurezza e il rispetto delle norme sanitarie.

Chiediamo la gentile collaborazione di tutti.

Sul sito www.andersensestri.it il programma scaricabile e la scelta degli eventi a cui partecipare.

PROGRAMMA DI DOMENICA 6 SETTEMBRE

Continuano le MOSTRE a Palazzo Fascie Rossi, in Corso Colombo 48: UNA SELEZIONE DE… IL MONDO DI GIANNI (Sala Bo, 9.00-13.00 / 14.00-18.00) mostra bibliografica su Gianni Rodari a cura del Sistema Bibliotecario Urbano con il patrocinio e la collaborazione di Nati Per Leggere, del Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana di Genova e di AIB Liguria (Associazione Italiana Biblioteche); ALLA SCOPERTA DELLA SIRENETTA DI HANS CHRISTIAN ANDERSEN A SESTRI LEVANTE (MuSel,  9.00-13.00 / 14.00-17.00) mostra di disegni realizzati dai bambini che hanno partecipato all’omonimo concorso a cura di Maria Rocca.

Alle 10.00, partiranno da piazza Bo i piccoli corridori dell’ANDERSEN BABY RUN, la gara podistica dedicata ai bambini dai 6 ai 10 anni, organizzata dall’Atletica Levante ASD. All’arrivo in piazza Matteotti i vincitori verranno premiati da UNICEF ITALIA.

Due i LABORATORI di Medici Senza Frontiere nella Sala Riccio del Palazzo del Comune: alle 10.00 e alle 16.00 MSF 4 KIDS, un viaggio alla scoperta della solidarietà e dell’empatia verso persone in situazioni di guerra, malattia ed esclusione, alle quali far arrivare un messaggio di amicizia sotto forma di disegno o fumetto (per bambini dai 6 ai 10 anni); alle 12.00 e alle 17.00 DIGITAL STORYTELLING CON MSF, laboratorio analogico e digitale sulle crisi umanitarie nel mondo, per diffondere un messaggio di empatia e solidarietà (per bambini dai 11 ai 14 anni).

E molti ALTRI LABORATORI per tutta la giornata: nel cortile del Convento dell’Annunziata, alle 10.00, si terrà il Laboratorio emozionale con Babalibri a cura di Alessandra Carena e Valeria Zen, con la collaborazione della libreria “Leggi e Sogna”, per bambini dai 18 mesi ai 5 anni; al MuSel, alle 10.30, Maria Rocca aspetta i bambini dai 5 ai 12 anni per creare Sirenette, mostri e altri personaggi; a Palazzo Fascie Rossi, alle 11.00 e alle 15.00, i bambini dai 5 ai 13 anni potranno giocare a Creiamo una fiaba con il Duo Magia de’Orb; nella Sala dei Pescatori a Portobello, alle 15.00 e alle 16.30, Roberto Montanari e Pietro Repetto realizzeranno La favola della fotografia insieme ai bambini dai 7/8 anni in poi; a Palazzo Fascie Rossi, alle 17.00, i bambini dai 4 agli 8 anni potranno Illustrare filastrocche con Roberto Lauciello, illustratore della raccolta “100 Gianni Rodari” (Einaudi Ragazzi).

Per i bambini che amano ascoltare fiabe, gli appuntamenti con le LETTURE dei testi di Gianni Rodari sono a Palazzo Fascie Rossi alle 10.30, con Nicoletta Salomone della libreria “Leggi e Sogna” (dai 5 ai 12 anni) e alle 16.30 con Nati Per Leggere Liguria in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Urbano e con il patrocinio di AIB Liguria (dai 3 ai 6 anni).

Alle 17.00, al cortile del Convento dell’Annunziata, i bambini dai 6 anni in su possono vedere DRAGO? A CHI? di e con la compagnia Morro a cura dell’Associazione Culturale The Hub e Teatri di Levante.

Alle 17.30 tutti i bambini sono attesi al Teatro Arena Conchiglia dal MAGO JOE per uno spettacolo di magia.

Alle 18.30, di nuovo nel cortile del Convento dell’Annunziata, IREN offre CACCHE SPAZIALI, uno spettacolo a tema ambientale.

Non poteva mancare il TEATRO DI STRADA che prenderà vita in piazza Matteotti grazie a un ricco programma di appuntamenti.

La troupe dei Teatri Mobili torna a Sestri Levante con la versione en plein air: intorno al CamionTeatro si formano tre spazi teatrali all’aria aperta. Il primo dedicato ai TEATRINI EMOZIONALI (Teatri elettro-meccanici per una persona alla volta). Il secondo spazio destinato ad accogliere MANOVIVA della Compagnia Girovago & Rondella e il terzo palco destinato alla Compagnia Dromosofista con lo spettacolo ANTIPODI (orari: 18.30/19.30/21.00/22.00).

Sempre in piazza Matteotti, Rufino Clown proporrà uno spettacolo di micro teatro comico poetico e surreale, il GRAN TEATRO DENTRO (orari: 19.00/20.30/23.00).

La serata continua con i GRANDI APPUNTAMENTI nella Baia del Silenzio e ai Ruderi di Santa Caterina.

Nella BAIA DEL SILENZIO

Alle 19.00 LIDIA RAVERA leggerà IL PAESE ALL’INCONTRARIO

Alle 20.30 GIOBBE COVATTA porterà in scena LA DIVINA COMMEDIOLA, un reading e commento de l’Inferno tratto dalla Divina Commedia di Ciro Alighieri.

Alle 22.00 MARCO TINDIGLIA, chitarrista e direttore artistico di Gezmataz, insieme a MASA KAMAGUCHI, contrabbassista di fama internazionale, daranno vita al KAMATINDI, un concerto che fonde le sonorità jazz a sinfonie innovative.

AI RUDERI DI SANTA CATERINA

Alle 20.30 ci sarà BOCCANEGRA in concerto

Alle 22.00 Karl Stets darà vita a CUERDO, uno spettacolo realizzato con il contributo dell’Ambasciata di Danimarca

Ricordiamo che tutti gli eventi sono gratuiti con prenotazione obbligatoria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità