La curiosità

Il cimelio ritrovato della figlia di Giannini

L'aneddoto della lettera consegnata a San Francisco ad Andreatta

Il cimelio ritrovato della figlia di Giannini
Cultura Chiavari - Lavagna, 13 Dicembre 2020 ore 09:01

Una lettera consegnata ad Ernani Andreatta il 22 agosto 1985, sull’amaro epilogo della storia tra Claire Giannini e la Bank of America.

La curiosità

Uno sfogo, quella di Claire, la figlia di Amadeo Peter Giannini, banchiere americano nativo di Favale di Malvaro, fondatore della Bank of Italy, successivamente denominata Bank of America. La scorsa settimana, Poste Italiane ha emesso un francobollo in suo onore. E in occasione dell’emissione, che anche le Poste americane dedicarono un francobollo a Giannini nel 1973, il Comandante Andreatta ha rivelato un curioso aneddoto:

“Nel 1985, quando per ragioni di lavoro mi recavo spesso a San Francisco, Claire mi consegnò a mano questa lettera, raccomandandomi di pubblicarla integralmente – racconta -. Come sappiamo, Claire Giannini coniugata Hoffman ha trascorso molti anni in vacanza tra Santa Margherita e la Toscana. Io la incontrai molte volte perché ero amico di Louise Alessandria che sposò una sorellastra di Louise, ed era molto amico di mio fratello Luigi Andreatta scomparso nel 1978. I libri di storia raccontano che Claire diede le dimissioni dalla banca della quale era consigliere a vita proprio perché riteneva che avessero perduto gli indirizzi di etica e morale che erano stati i principi sui quali era stata fondata la Bank of America”.

Una lettera corredata dalle motivazioni delle sue dimissioni dalla banca fondata dal padre:

“È stato dato l’annuncio che la Bank of America ha messo in vendita il palazzo della sua sede internazionale in San Francisco – si legge -. è questa una tremenda decisione particolarmente imperdonabile per un Istituto Bancario che ha scelto di onorare la memoria del suo fondatore dedicando il largo piazzale che circondava la magnifica torre di 52 metri “Piazza A.P. Giannini”. Circa 80 anni fa mio padre fu il primo che riuscì a rendere i servizi bancari il diritto democratico di molti, e non solo il privilegio di pochi. Il 17 Ottobre 1904 mio padre inaugurò la Bank of Italy, dando inizio alla creazione della più grande e potente banca del mondo. La sede della Bank of America è quindi un simbolo, un tributo, un monumento”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità