Menu
Cerca

In piazza Mazzini l’energia della Bandakadabra Brass band

Il concerto itinerante oggi, tra musica e gag

In piazza Mazzini l’energia della Bandakadabra Brass band
Cultura Chiavari - Lavagna, 24 Dicembre 2018 ore 15:04

Oggi pomeriggio in piazza Mazzini a Chiavari, dalle 16.30 in poi, un particolare concerto itinerante tra musica e gag, con la Bandakadabra Brass band.

Bandakadabra Brass band in concerto

Carlo Petrini, giornalista, fondatore di Slow Food, l’ha chiamata una “fanfara urbana”. Calzante definizione per una street band che fa della città il suo panorama d’elezione e della strada non solo lo scenario in cui esibirsi, ma anche il luogo da cui trarre ispirazione.

Nata a Torino, la Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l’ha portata a esplorare stili musicali diversi, cercando sempre di proporre arrangiamenti divertenti e originali. Il risultato finale è un repertorio estremamente vario che ammicca alle Big Band anni Trenta, alle street band, alla fanfare balcaniche, con frequenti incursione nel rocksteady, nello ska e addirittura del drum and bass. Lo spirito è sempre irriverente perchè il tratto principale della band, rimane la sua capacità di coinvolgere il pubblico in un dialogo continuo che si ispira all’arte di strada, fatto di sketch comici, improvvisazioni teatrali e balli sfrenati.

Capace di unire l’energia delle street band alla precisione musicale dei grandi ensamble di fiati, in soli due anni la Bandakadabra ha iniziato a esibirsi in Italia e all’estero, arrivando in soli due anni a collezionare quasi duecento repliche tra Festival di strada, rassegne jazz e manifestazioni di indie music. Nell’ottobre 2016 alla Bandakadabra vengono affidati gli interventi comico-musicali della Quarantesima edizione del Premio Tenco, attirando l’attenzione del pubblico e degli operatori di settore nazionali.

Formazione: Gipo Di Napoli (percussioni e facezie), Stefano “Piri” Colosimo (Tromba), Giulio Piola (Tromba), Tolga Bilgin (tromba), Simone Garino (Sax alto), Enzo Ceccantini (Sax tenore), Cecio Grano (Sax tenore), Bruce Stevens (Tuba, Susafono), Giulio Rosa (Tuba, trombone a pistoni), Max Vienco (Tuba, Susafono), Elia Zortea (trombone), Renato Tarricone (Percussioni).