Cultura
Il presepe

La Rapallo del passato nel presepe del Circolo Pescatori Dilettanti Rapallesi

Ogni anno, sotto la guida dell’art director Giorgio Scarrone, i soci riescono a stupire

La Rapallo del passato nel presepe del Circolo Pescatori Dilettanti Rapallesi
Cultura Rapallo - Santa Margherita, 28 Dicembre 2022 ore 12:05

Com’era la zona del Chiosco della musica, sul lungomare di Rapallo, a fine Ottocento, quando il chiosco non c’era ancora? Così come lo hanno riprodotto i soci del Circolo Pescatori Dilettanti Rapallesi nel presepe che ogni anno fa bella mostra all’interno della palafitta all’inizio del pontile sociale nel porto pubblico cittadino.

Visitabile durante le feste

Ogni anno, sotto la guida dell’art director Giorgio Scarrone, i soci del circolo riescono a stupire, spesso legando la Natività alla realtà locale.
Stavolta il gruppo di lavoro ha deciso di puntare sul passato, all’epoca in cui Rapallo era poco più di un borgo di mare. Nella riproduzione si vede la fila di case che oggi si trova dietro il Chiosco della musica e la cosiddetta Casa Garibalda, cioè l’edificio a righe bianche e nere che si erge nella piazza. Attenzione, però, quando si guarda la struttura si potrà notare sulla sinistra che non è proprio uguale a quella attuale.

Motivo? La riproduzione nel presepe del Circolo è la casa del Capitaneato prima che venisse bombardata nella Seconda Guerra Mondiale (poi venne ricostruita con alcune varianti). Altro dettaglio da non farsi sfuggire è il molto che si trova proprio sotto la Casa Garibalda: quello che oggi è visibile, come reperto storico, sotto la piramide di vetro collocata in zona. E Gesù Bambino? Per trovare la Sacra Famiglia è sufficiente cercarla in un gozzo che si trova proprio dove oggi c’è la passeggiata. Immancabile, poi, il Santuario della Madonna di Montallegro che si vede in lontananza.

Il presepe sarà visitabile per tutto il periodo delle feste durante il giorno. L’ingresso è libero, chi vorrà potrà lasciare un’offerta che sarà devoluta in beneficenza ad un progetto cittadino che verrà individuato dopo l’Epifania.
«Dopo tanti anni di consolidata tradizione, i nostri soci riescono sempre a stupirci per bravura, passione e attenzione ai dettagli – dice il presidente Riccardo Repetto -. Il nostro legame con Rapalle e le sue tradizioni è da sempre molto forte ed è stato confermato anche da questa Natività».

A proposito di tradizioni, proprio la piazza del Chiosco della musica ospiterà l’evento dell’Epifania con la Befana che arriverà dal mare tra le 11 e le 11,30 e il Circolo che distribuirà doni per tutti i bambini, a patto che recitino solo una piccola filastrocca dedicata alla Befana.

Seguici sui nostri canali