Settima edizione

La socialità protagonista al Festival di Camogli

Da giovedì 10 a domenica 13 settembre decine di eventi e un centinaio di ospiti

La socialità protagonista al Festival di Camogli
Golfo Paradiso, 09 Settembre 2020 ore 13:01

Al ‘Festival della Comunicazione’ si parla di Socialità. Da giovedì 10 a domenica 13 settembre Camogli ospita la 7ma edizione del Festival della Comunicazione, ideato con Umberto Eco, diretto da Danco Singer e Rosangela Bonsignorio, organizzato da Frame in collaborazione con il Comune.

L’evento

Il tema di quest’anno è Socialità. Sono oltre 100 gli ospiti. Le prenotazioni agli incontri, si sono aperte martedì 1 settembre. Il tema dell’edizione 2020 era stato annunciato a settembre e ora assume un significato ancora più forte: materia viva e pulsante delle nostre società, alla base di ciò che siamo, la socialità è il nostro modo di vivere, di produrre senso, di maturare esperienza.

‘La socialità è fonte primaria dell’intuizione creativa, del genio, dell’ispirazione; è all’origine del linguaggio e dei molteplici linguaggi attraverso cui l’uomo esprime il proprio sentire. – dicono gli organizzatori – L’arte, lo spettacolo, la comicità, la scrittura, la scienza sono riflesso di un pensiero che recupera il suo senso solo quando si fa condiviso, diventa partecipazione collettiva, appello dell’individuo all’interno di una comunità. La nostra Storia è intessuta di storie, migrazioni, conflitti. Dalle grandi esplorazioni all’apertura di antiche e presenti rotte commerciali, si schiudono in continuazione nuove occasioni di contatto, che sviluppano una circolazione di merci, prodotti lavorati, correnti di pensiero, religioni, invenzioni, azionando un circolo virtuoso che è motore del progresso’.

Scriveva Umberto Eco:

“Non c’è crescita collettiva senza che si recuperi il senso vero e autentico della socialità. Quella basata sul modello del dialogo socratico, del confronto aperto, del continuo esercizio dialettico di critica e di autocritica. Bisogna mettersi alla prova, farsi conoscere, intervenire nel dibattito locale, ascoltare le opinioni, cambiare pian piano il proprio modo di vedere, pensare e scrivere, guardandosi dalle forme di pseudo-partecipazione del web, che, al contrario, stanno idolatrando l’ideale della assoluta presa di parola”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità