Cultura

L’artista Baracchini, da Santa a Milano per La Traviata

Un grande talento, nato e cresciuto a Santa Margherita Ligure, pronto adesso per spiccare il volo

L’artista Baracchini,  da Santa a Milano per La Traviata
Cultura Rapallo - Santa Margherita, 28 Gennaio 2018 ore 10:29

Il grande appuntamento con “La Traviata”, proposta dalla compagnia VoceAllOpera, i prossimi 16 e 17 febbraio, allo Spazio Teatro 89 di Milano, in via Zoai 89, si sta avvicinando.

Luca Baracchini a Milano per la Traviata

Il regista è un sammargheritese. Un giovanissimo sammargheritese: Luca Baracchini, classe 1993, che dopo alcune importanti esperienze agonistiche nella danza sportiva, si è dedicato allo studio del canto, dal 2012, con il tenore Alberto Cupido e presso il Conservatorio Paganini di Genova. Baracchini, contestualmente, ha iniziato a muovere i primi passi nel teatro dell’opera come figurante e mimo in diverse produzioni del Teatro Carlo Felice, avendo l’opportunità di incontrare grandi Maestri del calibro di Ettore Scola, Giuliano Montaldo, Dario Argento ed altri.

Un grande talento, nato e cresciuto a Santa Margherita Ligure, pronto adesso per spiccare il volo.  Apprezzato come assistente alla regia, collaborando con registi come Davide Livermore, Andrea De Rosa, Filippo Crivelli, Andrea Cigni ed altri ancora, presso numerose realtà italiane (Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo) ed internazionali (Teatro Mariinsky, Spoleto Festival USA), Baracchini è l’inventore e promotore di “OperaLand”, progetto didattico musicale di grande successo dedicato agli allievi delle scuole di Genova, nato per tramandare alle giovani generazioni che costituiscono il pubblico di domani, l’amore per il teatro e per l’opera lirica, parte del patrimonio culturale, attraverso una serie di attività pensate ad hoc. Si tratta di un itinerario didattico finalizzato alla conoscenza del melodramma e delle diverse componenti artistiche e tecniche che concorrono a realizzarlo: Baracchini, insieme a Fabiola Di Biasi, sta lavorando, per questo 2018, sull’opera buffa Don Pasquale di Gaetano Donizetti.