CINEMA

Luca, il prossimo film d’animazione della Pixar ambientato in Liguria

Diretto dal nostro talento ligure Enrico Casarosa e prodotto da Andrea Warren, l'originale film d'animazione porterà il pubblico in una splendida città di mare della Riviera italiana

Luca, il prossimo film d’animazione della Pixar ambientato in Liguria
Chiavari - Lavagna, 31 Luglio 2020 ore 07:44

Siamo lieti di annunciare ‘Luca’. Diretto da Enrico Casarosa e prodotto da Andrea Warren, il nostro originale film d’animazione porterà il pubblico in una splendida città di mare della Riviera italiana dove incontrerà Luca, mentre vive un’indimenticabile estate con i suoi nuovi amici“. Così nella giornata di ieri la Pixar ha annunciato ufficilamente il nuovo film prossimamente al cinema. E la Liguria si inorgoglisce, ecco perché.

Casarosa è uno dei “nostri”

Intanto, Enrico Casarosa è un talento della Pixar tutto ligure. Da tanti anni l’artista vive in America, ma il suo cuore torna puntualmente in Liguria. E già nel 2016, quando avevamo avuto l’occasione di intervistarlo a Lavagna, città che ben conosce, ci aveva confessato che tra i suoi sogni c’era anche quello di curare la regia di un lungometraggio, magari ambientato in Liguria. Ma non si poteva dire niente di più. Oggi quel sogno sembra essere diventato realtà.

«La nostra regione è tutta una fiaba, per una maniera o l’altra ti rimane nel cuore – ci aveva detto -, è la ricchezza che ho portato e, per quanto mi sarà possibile, continuerò a portare in America».

Esplicitamente la Pixar non ha rivelato il nome della “splendida città di mare della Riviera italiana“, ma tra il progetto in ballo da anni e le foto che richiamano  esplicitamente le Cinque Terre e la Riviera ligure, resta ben poco mistero: di sicuro, conoscendo il talento di Casarosa, sarà un bel vedere!

Nel 2012 Casarosa ha sfiorato l’Oscar per il corto “La Luna”

Enrico nel 2012 ha sfiorato l’Oscar per il corto “La Luna” e non si scorda mai delle sue radici. Per i dettagli della barca presente nel corto, Casarosa aveva preso ispirazione da Lavagna e da una figura dei cantieri Topazio di grande ispirazione con la sua consistenza un po’ burbera.

«Volevamo dare l’idea di qualcosa che si passa da generazione in generazione, di quei gozzi vecchi che rinascono pittura su pittura», ci aveva raccontato. «Sono la mia vera ricchezza: «Prima Genova, poi il Tigullio, e ancora le Cinque Terre: è un mondo che mi appartiene e porto sempre con me. Chissà che non finiscano di nuovo in un lavoro…».

Noi facciamo il tifo per lui, sempre!

Claudia Sanguineti

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità