Cultura
Sestri levante

"Matrimoni e velieri", il nuovo libro di Gibelli e Merica

La presentazione giovedì 11 novembre, alle 17,30, all'Annunziata

"Matrimoni e velieri", il nuovo libro di Gibelli e Merica
Cultura Sestri - Val Petronio, 06 Novembre 2021 ore 10:01

Giovedì 11 novembre, alle 17,30, in Annunziata, appuntamento con la presentazione del libro “Matrimoni e velieri” a cura di Antonio Gibelli e Paris Lena Merica.

Dopo i saluti della sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio, e del presidente del CISEI, Fabio Capocaccia, si confronteranno con gli autori Luca Borzani, storico e pubblicista, Carlo Stiaccini, docente di storia sociale, Vincenzo Gueglio, scrittore ed editore e Marzia Dentone conservatrice del MuSel – Museo archeologico e della città di Sestri Levante.
Silvia Neonato condurrà l’incontro.

Una storia che ci appartiene

“Un appuntamento che ospitiamo con immenso piacere, che presenta una storia che ci appartiene e che racconta noi e il nostro territorio – commenta la sindaca Valentina Ghio -. Comune, Mediaterraneo Servizi e Palazzo Fascie continuano a lavorare per un calendario di appuntamenti in cui cultura e divulgazione siano centro portante ma anche una occasione di scoperta concreta, interessante per tutti. L’appuntamento dell’11 novembre è il perfetto specchio di questa nostra volontà: un palcoscenico di ospiti prestigiosi riuniti per raccontare uno spaccato della nostra storia e di quella nazionale, veicolo di tutela e valorizzazione del nostro passato”.

Li chiamavano Merica ma non erano migranti. Erano uomini di mare. Le loro tracce anagrafiche sul territorio di Riva Trigoso risalgono senza interruzione al XVII secolo.  Navigando come marinaio sulle navi che trasportavano i migranti, il capostipite Paolo Lena (1848-1916) accumulò un capitale sufficiente per lanciarsi nella grande avventura del commercio marittimo mediterraneo con una flotta di crescenti dimensioni.

Dai leudi ai velieri

Dai leudi ai grandi velieri, dal legno alle motocisterne in acciaio, dal cabotaggio al comando dei grandi transatlantici: grazie a un prezioso archivio di famiglia, un secolo e mezzo di storia dell'impresa che si insediò con successo nel porto di Genova all'inizio del Novecento, da qui proiettandosi sulle rotte euroatlantiche prima di incontrare il declino.

Il MuSel ospita una sezione dedicata alla famiglia Lena nella sala dedicata alla grande emigrazione di massa a fine ‘800 che vedrà l’Italia protagonista in tutto il ‘900 poiché per certi aspetti paradigmatica rispetto alla comunità sestrese, che vede in quegli anni diverse famiglie allargare i propri interessi e i propri affari dalla riviera ligure ai paesi aldilà dell’oceano, da Riva e Sestri alle capitali del Nord e Sud America.

Nella sala trova posto anche una postazione multimediale d'eccezione: la banca dati del CISEI, contenente 6 milioni di nomi di Italiani che sono stati ritrovati e recuperati nei registri delle stazioni di arrivo di New York, Buenos Aires, Sao Paulo.