Menu
Cerca

Nocciolando a Mezzanego il 9 settembre

Una mattina particolare: il programma. Visita al noccioleto e ad un antico opificio per la lavorazione delle nocciole e al termine degustazione di crema di nocciole

Nocciolando a Mezzanego il 9 settembre
Cultura Valli ed entroterra, 03 Settembre 2018 ore 09:06

Dopo il successo della visita guidata all’Abbazia di Sant’Andrea di Borzone, prosegue all’interno del programma di EnjoyGenova estate la collaborazione con il Consorzio Ospitalità Diffusa delle Valli del Parco dell’Aveto: domenica 9 settembre viene infatti proposta la visita "fuori porta" a Mezzanego, ai margini della Valle Sturla, a pochissimi chilometri da Chiavari.

Una gita insolita e affascinante

"Si tratta di una gita insolita ma altrettanto affascinante e invitante - spiegano gli organizzatori - un’occasione unica, e non soltanto per la degustazione finale di crema di nocciole, ma perché la visita sarà condotta da una guida turistica abilitata, esperta di archeologia della produzione, e da alcuni soci della Cooperativa Agricola Rurale Isola di Borgonovo, che gestisce attualmente il frantoio oleario di riferimento per la vallata e un noccioleto per la prima volta reso fruibile. Inoltre Tullio Cogozzo, della famiglia Cogozzo che un tempo faceva funzionare la macchina sgusciatrice all’imbocco della Val Carnella, ci mostrerà un vero gioiello, di norma non aperto al pubblico.
Non si dimentichi peraltro che la nocciola, nella qualità conosciuta come 'Misto Chiavari', è una delle peculiarità del nostro territorio, una coltivazione tradizionale delle valli interne del Tigullio, risalente forse già a più di Seicento anni fa, quando rappresentava una delle maggiori risorse economiche per la popolazione di un tempo".

L'itinerario di domenica 9 settembre

L’itinerario di domenica 9 settembre partirà dal comune di Mezzanego alle ore 9.45 per poi recarsi in visita al noccioleto gestito dalla Cooperativa Agricola Rurale Isola di Borgonovo, nel quale la raccolta avviene ancora a mano. La mattinata terminerà poi con la visita ad uno degli antichi opifici di nocciole, passando per l’affascinante ponticello sul Rio Carnella, anch’esso ricco di storia.
Le nocciole e la sua produzione storica hanno anche influenzato la cucina locale sia nei dolci sia nelle portate principali: a completamento della visita, verrà così organizzato un gustoso assaggio di crema di nocciole.
Come tutti gli itinerari di EnjoyGenova, anche questo prevede la prenotazione obbligatoria, telefonando al n. 335 1278679 (anche WhatsApp) o scrivendo un email a enjoygenova@archeologia.it

La durata è di circa 3 ore

L’attività è organizzata nell’ambito del programma Enjoy Genova da Cooperativa Archeologia, Cooperativa TerraMare, Consorzio Ospitalità Diffusa Una Montagna di Accoglienza nel Parco, e si inserisce nell’ambito del progetto Interreg I “Tesori nascosti del Mediterraneo”, che vede la conoscenza e la valorizzazione di zone meno conosciute ai più. Ed in questo senso quale miglior “tesoro nascosto” della nocciola di Mezzanego?
Appuntamento per tutti alle 9.45 al Comune di Mezzanego, via cap. freg. Gandolfo, 115.
Possibilità di bus di linea da Chiavari fino a Mezzanego (linea 11, partenza ore 8) ed eventualmente poi “taxi di Vallata” a costo contenuto per gli spostamenti.
Durata: circa 3 ore
Costo della visita: adulti € 17,00 (degustazione, visita al noccioleto e a opificio compresi); bambini di 7-14 anni 13 euro.
Gli appuntamenti del programma “EnjoyGenova” proseguiranno poi a settembre e per tutto l’inverno con nuove e interessanti gite alla scoperta della nostra Liguria, sempre accompagnati da guide esperte che hanno fatto esperienza diretta o vissuto il “dietro le quinte” di un progetto, di un museo, di un restauro.