Cultura

Presentato il Festival delle Geografie

Dal Festival anche un mappamondo 2.0 dedicato al cibo nel mondo

Presentato il Festival delle Geografie
Cultura Chiavari - Lavagna, 24 Marzo 2018 ore 15:39

Seconda edizione del "Festival delle Geografie 2018", in programma da venerdì 6 a domenica 8 aprile con eventi fino a maggio, a Levanto, Carrara, La Spezia, Framura, Bonassola, Moneglia, Sestri Levante, e Genova.

Il Festival delle Geografie

Il Festival delle Geografie, l’unica manifestazione in Italia sul tema delle geografie è intitolata alla figura di Matteo Vinzoni, illustre cartografo nato e vissuto tra Bonassola e Levanto nel XVIII secolo e dedicato al geografo Massimo Quaini, è anche la geografia che non sta mai ferma, che si muove nei territori, a piedi, in bicicletta, in barca, a tavola. Il Festival è organizzato dalle Officine del Levante, con il patrocinio della Regione Liguria, del Fai, Società Geografica Italiana, Club Alpino Italiano, Federazione italiana guide esploratrici e i comuni.

Spiega Laura Canale, ideatrice del Festival delle Geografie, presentato in mattinata alla Scuola Alberghiera di Lavagna: «Il Festival ha come temi le geografie della terra, del mare, del mare, dello spazio della mente, la geografia l’abbiamo addosso dalla nascita, segna i luoghi dove siamo nati, i posti del primo bacio, i nostri viaggi, le nostre vacanze e comprende anche le bellezze naturali e il cibo. Geografia ovunque, ma si studia sempre meno, purtroppo la scuola sembra averla dimenticata».

Il Festival delle Geografie ospiterà laboratori di scuola-lavoro , escursioni , concerti musicali, mostre, conferenze- spettacolo e tanti ospiti. Venerdì 6 aprile, alle 17, all’Auditorium della Solidarietà di Levanto si parlerà anche di cambiamenti climatici con Luca Mercalli.

La presenza nella sala della scuola Alberghiera di Lavagna dei mappamondi prodotti da Tecnodidattica di San Colombano Certenoli, in Val Fontanabuona , esportati in oltre settanta Paesi e distribuiti in cinque Continenti e il 2018 Anno Italiano del Cibo, hanno suggerito un’idea agli organizzatori del Festival delle Geografie: realizzare un mappamondo 2.0 dedicato al Cibo del Mondo.