Cultura
Liguria set per serie tv

Quanta Liguria nella nuova fiction Rai "Blanca"

Ambientata a Genova, tra caruggi, Rapallo, Camogli, Santa Margherita Ligure e Arenzano

Quanta Liguria nella nuova fiction Rai "Blanca"
Cultura Rapallo - Santa Margherita, 23 Novembre 2021 ore 07:06

Liguria set per film e serie tv: da ieri sera si aggiunge alla lista anche "Blanca".

La fiction ambientata tra Rapallo, Camogli, Santa e Genova

La Liguria attira anche le produzioni italiane e internazionali di serie tv, che la scelgono come scenario dove ambientare le loro storie.

Dal crime al sentimentale, gli sfondi liguri si adattano a tanti generi diversi, l'ultima in arrivo è "Blanca", fiction ambientata a Genova, tra caruggi, Rapallo, Camogli, Santa Margherita Ligure e Arenzano, in onda da ieri sera, lunedì 22 novembre su Rai1.

Diretta da Jan Maria Michelini, già regista di successi come Don Matteo, racconta la storia di una ragazza non vedente che collabora con la polizia per risolvere casi di donne uccise, il tutto con l'aiuto del fedele cane Linneo.

Una detective dallo sguardo speciale

Dopo aver perso la vista a dodici anni, Blanca si trova ad un passo dal realizzare il sogno della sua vita: lavorare in polizia. Ma, una volta arrivata in commissariato per uno stage, si scontra contro la diffidenza di tutti. Grazie alle abilità che ha sviluppato negli anni, però, e all'aiuto del suo cane Linneo, Blanca si rivela una detective dotata di uno "sguardo" diverso ed efficace.

Tratta dai romanzi di Patrizia Rinaldi e con la speciale consulenza artistica di Andrea Bocelli, Blanca è la prima serie televisiva al mondo girata in olofonia, una speciale tecnica di registrazione del suono che permette essere al posto della protagonista. È possibile ascoltare l'audio della serie in modalità binaurale indossando le cuffie e selezionando "Audio Binaurale" nel menu "lingue e sottotitoli" del player.
Regia: Jan Maria Michelini, Giacomo Martelli
Interpreti: Maria Chiara Giannetta, Giuseppe Zeno, Pierpaolo Spollon, Enzo Paci, Antonio Zavatteri, Gualtiero Burzi