Menu
Cerca

Rapallo si rialza e pensa al Natale: novità e cambiamenti

Le iniziative pensate per le prossime settimane, in un periodo non facile per il settore dopo la terribile ondata di maltempo

Cultura Rapallo - Santa Margherita, 13 Novembre 2018 ore 08:48

Dopo l’ondata di maltempo “Rapallo Natalealmare” scalda i motori e si prepara per offrire a turisti e residenti il Natale, che quest’anno si farà motore trainante per la ripresa di un settore messo a dura prova.

La città intera si è messa al lavoro per ritornare alla normalità

Pur squassata dalla furia della natura, la città di Rapallo si rimette in piedi e scalda il motore del suo “Natalealmare” che, proprio a seguito di quanto è accaduto, si carica di nuove valenze e significati.
“La città intera, subito dopo l’ondata straordinaria di maltempo, si è messa al lavoro per mettere tutti in condizione di lavorare e ristabilire la normalità – comunicano – Ognuno ha fatto la sua parte, dimostrando uno spirito di solidarietà e collaborazione, perfettamente in linea con la filosofia del Natale”.

Si parte il 1° dicembre: la casa di Babbo Natale sarà a Villa Devoto

L’avvio del ricco calendario di iniziative e l’apertura della dimora di Babbo Natale, in un primo tempo programmato per il 24 novembre, sarà rimandato al 1° dicembre.
Le altre novità riguardano la casa di Babbo Natale, che non potrà essere il Castello. L’antica struttura, infatti, ha subito danneggiamenti alla scala d’accesso e alla ringhiera, per cui al momento non potrà essere accessibile. L’amministrazione ha optato così per Villa Devoto, che in realtà non rappresenta una location inedita, infatti già in passato, per la precisione nel 2014 per la 1° edizione del “Natale al mare”, la struttura aveva ospitato la “casa al mare di Babbo Natale” con tutti i suoi folletti e le splendide decorazioni realizzate da Oriana Pagan.

Le novità commerciali 2018

E si sta già lavorando anche alle novità commerciali 2018: “Christmas’ streets” (a cura del CIV) e il concorso (a cura del COR) “Jolly”, (questo in partenza dal 16 novembre). Progetti organizzati come sempre in sintonia fra il tessuto produttivo e l’amministrazione.

Le vie si vestiranno a festa

Quest’anno saranno tutte le vie dello shopping a vestirsi a festa e ogni attività commerciale accoglierà la clientela in perfetto Christmas Style, strutture in legno, che riproducono le facciate della tradizionali “casette” agghindate per la ricorrenza, daranno il benvenuto nei vari esercizi commerciali per la ricerca del regalo perfetto, per i menù delle feste o per soddisfare ogni altro desiderio natalizio e così tutto il centro città si trasformerà in un fiabesco villaggio di Natale diffuso. E per chi tenterà la fortuna nei negozi aderenti a “Jolly” la possibilità di vincere fino a mille 500 euro.

La piazza dei desideri

Altra novità da tenere d’occhio sarà “la piazza dei desideri”. Così verrà infatti ribattezzata, per il periodo natalizio, piazza Garibaldi, dove gli alberi di limoni, che la abbelliscono si impreziosiranno di disegni e pensieri realizzati dai bambini delle scuole della città. Quasi mille elaborati, che raccontano speranze, desideri e sogni dei piccoli alunni delle scuole, saranno appesi ai rami di limone per incoraggiare il mondo degli adulti a non mollare e a regalare ai più piccoli uni splendido Natale anche in momenti così delicati. Un’iniziativa nata quasi spontaneamente e cresciuta a macchia d’olio di scuola in scuola, che l’amministrazione ha accolto immediatamente con entusiasmo, decidendo di valorizzare la bellezza del gesto di questi bambini.

Fra le conferme, tutta l’attività di Villa Queirolo, quartier generale dei laboratori e di tante altre attività, a cura della Pro Loco “Terraemare”.

Insomma, anche quest’anno gli ingredienti per un Natale festoso ed attraente ci saranno tutti: Babbo Natale e la sua corte, spettacoli, fiabe, presepi, appuntamenti musicali, luci e magia, per fare di Rapallo la città del Natale in riva al mare, nonostante le avversità, perché come dice un proverbio africano caro all’assessore Elisabetta Lai: “Da soli si va veloce, ma insieme si va lontano”.