Menu
Cerca

Rinviata Il bello delle donne

L'8 marzo verrà presentato "Disegni e merletti di una città di mare”

Rinviata Il bello delle donne
Cultura Rapallo - Santa Margherita, 06 Marzo 2021 ore 17:55

Per il secondo anno consecutivo, a causa della pandemia, siamo costretti a dover rinviare la manifestazione culturale “Il bello delle donne liguri”, ma in occasione dell’8 marzo, alle ore 18, a Villa Durazzo, sarà presentato in streaming il libro “Disegni e merletti di una città di mare” di Luisa De Gasperi e Maria Marchetti, edito dai Servizi Bibliotecari del Comune di Santa Margherita Ligure, con il patrocinio del Museo del Mare e stampato dalla Sef di Rapallo.

Disegni e merletti di una città di mare

Questa pubblicazione non vuole essere un saggio sul merletto, ma un testo a livello divulgativo, alla portata di tutti, per far conoscere ed apprezzare una delle nostre più antiche tradizioni: il pizzo al tombolo di Santa Margherita Ligure: un fine lavoro artigianale tramandato per generazioni da madre in figlia. Si dice che furono i marinai ad importare questa particolare tecnica di lavorazione dall’Oriente e che anticamente i pizzi venivano realizzati con filo d’oro, si pensi che la prima documentazione scritta che ne tratta, risale al XIII secolo, come riportato negli “Annali di Santa Margherita Ligure” di Attilio Regolo Scarsella. Queste e molte altre notizie e curiosità vengono raccontate dalle due autrici, una merlettaia e l’altra bibliotecaria, che hanno realizzato questo volume a quattro mani, in piena pandemia, lavorando insieme da remoto.

Le dichiarazioni di Tassara

Dice l’Assessore Beatrice Tassara, che da anni promuove molte iniziative di salvaguardia e ha firmato per Santa Margherita – a Venezia nel 2016 e a Sansepolcro nel 2019 – il Protocollo d’intesa per la Candidatura UNESCO del merletto italiano, quale patrimonio immateriale dell’umanità: “Con la grazia e la chiarezza necessarie al tema, Luisa de Gasperi e Maria Marchetti bilanciano la simmetria e l’equilibrio tra la parola e l’immagine, il reperto antico e la realizzazione creativa, innovatrice. L’attitudine alla ricerca delle due autrici, che pure muove da diverse attività e punti di vista, converge nel cercare tra i punti il punto focale: mostrare quanta concentrazione, autodisciplina e maestria si concentrino in ogni centimetro quadrato di lavoro al tombolo. Un’arte individuale che faceva parte degli insegnamenti di intere generazioni di donne, da ricevere e trasmettere”.

Ma nel libro non si parla solo del passato, si parla anche delle merlettaie di oggi, che sono molto diverse dalle loro ave, donne impegnate, che lavorano e per le quali il merletto rappresenta una passione e la soddisfazione di creare qualche cosa con le proprie mani, donne che sanno usare magistralmente i fuselli, ma anche il computer, e proprio attraverso questo mezzo comunicano tra di loro, organizzando eventi anche ad alto livello culturale, forum, convegni e momenti di confronto tra tecniche di paesi diversi.

A questo link lo streaming della presentazione del libro visibile a
partire da lunedì 8 marzo alle ore 18.00: https://youtu.be/TfCY2GMykIU

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli