Cultura

Il successo di Artemis Levante fuori Rapallo

Un pubblico totale di 700 spettatori per La Cena dei Cretini, ed ora la compagnia stabile di teatro guarda anche fuori dai confini liguri

Il successo di Artemis Levante fuori Rapallo
Cultura Rapallo - Santa Margherita, 20 Dicembre 2017 ore 15:06

La prima produzione della Compagnia Stabile di Rapallo Artemis Levante, La cena dei cretini, va temporaneamente in vacanza, lasciando dietro di sé soddisfacenti risultati.

Artemis Levante verso nuove produzioni

Dopo i grandi successi a Rapallo e al Teatro Govi di Genova Bolzaneto, domenica pomeriggio, presso il Teatro di Cicagna, è andata in scena l'ultima replica dell'anno della commedia La cena dei cretini, riscuotendo un grande successo da parte del pubblico ed i complimenti della direzione artistica per l'allestimento e l'ottima resa scenica dei personaggi.

Con quest'ultima replica, la Compagnia Stabile di Rapallo Artemis Levante può vantare un pubblico totale di circa settecento spettatori che hanno goduto dell'esilarante personaggio di Farncesco Pignone (Marco Samson) e del suo antagonista Pier Broccardi (Mario Roncagliolo). Il nome di Rapallo gira in Liguria anche grazie a questi ragazzi, che hanno realizzato quella che è la Compagnia teatrale della Città di Rapallo. Ovviamente l'ambizione della Compagnia è portare i propri successi fuori dai confini liguri, ragion per cui sono già stati avviati i primi contatti con alcuni teatri del Piemonte, della Lombardia e della Toscana.

E se La cena dei cretini va in vacanza, la Compagnia non si ferma, poiché li vedremo in scena già il 13 gennaio presso il teatro delle Clarisse nello spettacolo Dentro, in collaborazione coi Fumonero e successivamente con le nuove produzioni Il vizietto ad aprile ed Andy e Norman a maggio.

La compagnia ha colto l'occasione per porgere «un sincero ringraziamento al sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, al Vicesindaco Pier Giorgio Brigati e all'Assessore Elisabetta Lai per aver creduto nel nostro progetto di creare una compagnia stabile nella nostra città».