Chiavari

Tornano le mostre in Economica: si riparte con Augusta Tassisto

L'artista si è diplomata all'Istituto d'Arte e ha insegnato all'Accademia delle Belle Arti di Carrara

Tornano le mostre in Economica: si riparte con Augusta Tassisto
Cultura Chiavari - Lavagna, 16 Giugno 2021 ore 15:20

Nell’ambito delle iniziative per festeggiare il suo 230° anniversario, la Società Economica, in collaborazione con il Comune di Chiavari, ha voluto rendere omaggio ad un’artista locale ma dal respiro nazionale, Augusta Tassisto, con “Trame di luce” la mostra antologica che verrà inaugurata sabato, 19 giugno, alle 17.30, negli spazi della quadreria di via Ravaschieri, 15. L’esposizione rappresenta un affascinante percorso attraverso l’opera dell’artista, illustrando i vari periodi della sua produzione, caratterizzati da tecniche differenti ma sempre caratterizzati da un inconfondibile stile. La mostra presenta, infatti, una scelta di calcografie, litografie e xilografie, un gruppo significativo di tempere e un’ampia documentazione dei pastelli, che costituiscono l’attuale prevalente produzione.

Catalogo a cura di Galardi e Mantovani

La mostra è accompagnata da un esaustivo catalogo, corredato da interventi dei curatori della mostra, Eugenia Galardi e Pino Mantovani, che scrivono: “L’ottimo controllo delle tecniche consente all’artista di elaborare un linguaggio complesso, differenziato e coerente, che riesce ad esprimere con pulita intensità un mondo poetico fortemente legato alla natura e alle intime esperienze personali. Negli ultimi anni, l’iconografia, già prevalentemente “naturale”, si sposta sulle figure che hanno accompagnato la sua esistenza condizionata da un carattere introverso e meditativo”. Accanto a Galardi e Mantovani, il catalogo contiene testimonianze di: Vincenzo Gatti, Anna Arcudi e Elena Monaco oltre all’autobiografia scritta dall’artista.

Francesco Bruzzo, Presidente Società Economica:Sin dalla sua origine la Società Economica ha promosso l’opera di artigiani e artisti locali: nata nel 1791, già nel 1793organizzava una Esposizione, replicata poi a Parigi nel 1798, per far conoscere l’artigianato del territorio, ponendo così le basi per la tradizionale Mostra del Tigullio, arrivata ormai alle sglie dellla 160esima edizione. Con l’istituzione del Premio Turio Copello, dal 1852 l’Economica ha associato artigiani e artisti in una speciale di vetrina. Un significativo sforzo è stato poi compiuto per mettere in risalto l’opera di singoli artisti con mostre monografiche. La mostra antologica dedciata ad Augusta Tassisto si inserisce dunque in una tradizione consolidata, nella quale la sua opera viene a porsi con il giusto meritato rilievo. Socia dell’Economica, Tassisto fa anche parte di quella schiera di artisti che hanno avuto il ruolo di docenti presso l’Istituto d’Arte (ora Liceo Luzzati) fondato dal nostro Ente nel 1820″.

Presente anche il sindaco di Chiavari Di Capua

Marco Di Capua, Sindaco di Chiavari: “Questa mostra è un’occasione per indagare la cifra stilistica di una maestra d’arte contemporanea, che ha usato le immagini vive e nitide della nostra terra e dei ricordi per esprimere la propria creatività e poesia. Appassionata artista che ha fatto delle sue attitudini un veicolo di esperienza e di conoscenza. Donna impegnata, amante del territorio ligure, nemica dell’approssimazione. Augusta Tassisto si conferma protagonista della vita culturale del comprensorio, sottolineando nelle proprie produzioni le connessioni tra grandi temi quali la libertà, la memoria, la natura e il segno. L’essenza delle cose viene svelata a chi ammira i suoi lavori”.

Augusta Tassisto nasce ad Agnola, Comune di Carro (SP), nel 1953. Ha frequentato l’Istituto d’Arte di Chiavari, dove si è diplomata maestro d’arte, l’Accademia di Belle Arti di Carrara e i Corsi Estivi Internazionali d’Incisione a Urbino con Buscaglia e Carlo Ceci. Ha insegnato tecniche dell’incisione all’Accademia di Belle Arti di Carrara e, dal 1990, all’Accademia Albertina di Torino.